01 - 09 - 2013 Ragazzi Under 10, Torneo di Oltretorrente

Triangolare Under 10 di Oltretorrente. Categoria ibrida aperta anche ai più piccoli, si gioca con i lanciatori. Per i Ragazzi di Chicca Cappelli e Paolo Del Bianco si tratta del primo vero torneo, giocato in  trasferta contro squadre blasonate mai incontrate prima e che vista la formula (due partite consecutive da 1h45') mette a dura prova carattere e concentrazione dei giocatori.

La stessa è superata ampiamente e brillantemente: l'Under 10 porta a casa due belle vittorie, sofferte,  vincendole entrambe matematicamente prima del limite. Importante l’apporto del “prestito” Pedrazzi (ancora in età, richiamato in prima linea dopo le fatiche di Collecchio causa forfait di alcuni ragazzi) che gela gli avversari con 9K nei suoi 3 inning da lanciatore e battendo 4/5 con un triplo e due doppi. Notevole il contributo anche di Franceschino Selva, classe 2005, che batte 3/5 prima di "crollare" stremato da caldo e fatica a metà del secondo incontro. Il carattere di tutti i Ragazzi comincia piacevolmente a farsi sentire.


Primo incontro - BOLLATE

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

6 Selva 1/3, 3 Mazza 1/2, 1 Pedrazzi 2/3, 2 Filippini 0/2, 5 Celli 1/3, 4 Bertozzi 0/1,

7 D'Angelo 0/2, 8 Uberti 3bb, 9 Morri 0/1 (Urbinati 0/1)

       Sequenza punteggio                    R   V   E

       Rimini Riviera      0 2 3 4 3        12   5   1

       Bollate                   0 0 4 3 x          7    0   1

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide         2.0  6  0   1   1

       CELLI Lorenzo               2.0  4  0   9   1

 

Primo attacco a zero, con Selva, Mazza a Pedrazzi che finiscono strike out. Pronta risposta in difesa, con Pedrazzi, ben supportato da Filippini ricevitore, che dopo aver iniziato con una base ball comincia a carburare e infila anche lui tre strike out consecutivi.

Secondo inning. Dopo lo strike out di Filippini, Celli batte valido. Bertozzi viene colpito e strike out di D'Angelo. Uberti nel box riceve base ball, e nel frattempo Celli chiude il giro rubando la terza e il piatto su lancio pazzo. Anche Morri viene eliminato al piatto, ma anche lui vede un compagno (Bertozzi) giungere a casa ben sfruttando un paio di palle perse del ricevitore. In difesa Pedrazzi colpisce il primo battitore (battitrice), poi nuovamente tre strike out di fila. 

Terza ripresa. Selva giunge in prima su errore e Mazza lo spinge in seconda grazie ad una base ball. Pedrazzi batte un doppio e porta a casa entrambi i compagni. Il lanciatore avversario non si scompone e manda K Filippini, Celli e Bertozzi, ma con un lancio pazzo permette anche a Pedrazzi di concludere il suo giro sulle basi. In difesa Celli sale sul monte. Per lui 2K e 5bb, e con Selva interbase che dopo una grande presa che ferma in diamante un sicuro doppio, ma poi non riesce a concretizzare l'out in prima con un lancio troppo alto, sul tabellone avversario si materializza un 4 che permette al Bollate di restare in corsa.

Quarta ripresa. D'Angelo e Uberti ricevono base ball. Urbinati (subentrato a Morri) tocca, viene eliminato in prima, ma per lui comunque un punto RBI con D'angelo che giunge a casa base. Le nostre mazze sono calde: Selva batte valido, Mazza infila un bel doppio e così anche Pedrazzi. Anche per noi sono 4 punti, e soprattutto tutti guadagnati senza regali. In difesa Celli continua il suo lavoro alternando strike out a basi ball. Entrano tre punti. Basi piene. Lancio pazzo. Parte la rubata. Pedrazzi, nel frattempo passato a ricevere, raccoglie la palla. Passaggio sottomano a Celli che pronto è andato subito a coprire casa base. Lorenzo è rapido, afferra la palla e con una toccata da fotofinish elimina il corridore in scivolata. Gran gioco di squadra che raramente vediamo anche nelle categorie superiori!

Quinto inning. Il tempo è scaduto e con tre punti la vittoria è matematica. Il Bollate ha finito i lanciatori, e i punti che ci servono entrano senza valide e con otto uomini che passano dal box. La prima missione è compiuta!


Secondo incontro - OLTRETORRENTE

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

6 Selva 2/2, 3 Mazza 3bb, 1 Filippini 1/3, 5 Pedrazzi 2/2, 2 Celli 0/2, 4 Bertozzi 0/1,

8 Uberti 2bb, 7 Urbinati 2bb, 9 Morri 2bb (D'Angelo 1bb)

 

       Sequenza punteggio                    R   V   E

       Oltretorrente       0 4 4 0             8    0    0

       Rimini Riviera     4 3 4 x           11    5   1

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       FILIPPINI Giuseppe       3.0  6  0  15  1

       MAZZA Francesco          0.0  0  0   2   0

       PEDRAZZI Davide          1.0  3  0   1   0

 

Partiamo in difesa. Sul monte Filippini e Celli a ricevere. L'accoppiata è affiatata e si vede. Giuseppe inizia alla grande con due strike out, poi si disunisce un po' con tre basi ball, quindi riprende possesso del monte e a basi piene infila il terzo strike out che lascia a zero gli avversari. Ancora Giuseppe non lo sa, ma questa sua ottima prova sarà fondamentale per il successo definitivo. In attacco Selva saluta il lanciatore avversario con una valida. Mazza va in base su ball con Selva che nel frattempo ruba la seconda, ma senza il solito regalo del lancio pazzo. Con Filippini nel box, Selva chiude il giro sfruttando alla grande la sua velocità che fulmina il ricevitore avversario su una palla semplicemente sfuggitagli di mano. Giuseppe tocca, non riesce a giungere in prima, ma permette a Mazza di marcare il nostro secondo punto. Pedrazzi batte valido, Celli e Bertozzi terminano strike out, ma nel frattempo Davide segna il quarto punto su lancio pazzo.   

Seconda ripresa. Filippini fatica sul monte, l'area dello strike viene un po' persa di vista e nonostante due strike out Giuseppe non riesce ad evitare i quattro punti senza valide. Diverso è per il nostro attacco, noi i punti ce li dobbiamo sudare: D'Angelo va in base su ball, poi Selva batte nuovamente valido. Anche per Mazza c'è la base su ball e Filippini viene eliminato al piatto. Pedrazzi batte valido, poi Celli e Bertozzi terminano strike out, ma non prima che anche per noi giunga il tempo dei regalini e così Mazza porta a casa il terzo punto su lancio pazzo.

Terza ripresa. Filippini è al suo terzo inning sul monte. Fa caldo e Giuseppe è visibilmente stanco, ma le regole del torneo impongono il sacrificio. Giuseppe fa del suo meglio, quando riesce a trovare il coraggio di tirare forte è immancabilmente strike, ma una sola stagione di baseball non gli permette di avere ancora la freddezza necessaria per affrontare questi momenti così carichi di tensione. L'emozione prende il sopravvento e le basi ball permettono all'Oltretorrente di segnare ancora una volta quattro punti per il momentaneo, a metà ripresa, sorpasso. In attacco succede più o meno lo stesso al lanciatore avversario: cinque basi ball consecutive e poi giunge la "riscossa" di Filippini che con una valida pone fine anzitempo all'inning e anche per noi sono quattro punti con tre di vantaggio. 

Quarta ripresa. Qui il torneo lo si vince o lo si perde: il tempo è scaduto e se riusciamo a non farci sorpassare dall'Oltretorrente l'incontro è finito. Mazza sostituisce Filippini. Due basi ball. Il manager Federica Cappelli decide che Francesco avrà la sua occasione in momenti emotivamente meno impegnativi e fa tornare sul monte Pedrazzi per il suo terzo ed ultimo inning a disposizione. Davide stava ricevendo, sono tre riprese che resta in ginocchio (più le due dell'incontro precedente), ma bisogna rischiare. K-K-B-K. La scommessa è vinta e nel Torneo siamo primi!


Sono veramente soddisfatta della prova dei miei ragazzi - ci dice Federica Cappelli durante la cerimonia della premiazioni - Ognuno di loro ha dato alla squadra un po' di più del rispettivo massimo, e questo grazie ad una grande prova di carattere e concentrazione che solo un Torneo può tirar fuori. Siamo tornati a battere, i segnali sono stati sempre osservati e rispettati, e a parte un'inevitabile caduta generale di tensione data da caldo e fatica durante la seconda partita i ragazzi hanno risposto benissimo anche nel dugout, cominciando a comportarsi da giocatori di baseball.

Voglio fare i complimenti anche a Davide, venuto per l'occasione a dar man forte ai compagni - continua Federica - Anche lui ha giocato veramente bene: questi tornei, riservati ai Ragazzi più giovani nei campionati di baseball, sono ovviamente privi di premi individuali (Lanciatore, Battitore, Slugger, MVP), e Davide con la sua statistica avrebbe "rischiato" di portarseli a casa tutti quanti! La sua esuberanza è ancora difficile da controllare e anche con lui ci sarà da lavorare tanto durante la stagione invernale per aiutarlo a crescere, tecnicamente e mentalmente, come giocatore.


In Field

Out Field


Anche da parte della Società ci sono i complimenti alla squadra e a tutto lo Staff che li ha seguiti. Al proposito viene fatto un grande ringraziamento a tutte le Famiglie che hanno seguito numerose in questa trasferta così impegnativa i propri figli, facendosi carico della giornata da "bollino rosso" in autostrada e anche della cura dei ragazzi i cui genitori non hanno potuto essere presenti.

Per questo Gruppo composto quasi interamente da atleti alla prima stagione si è trattato di un anno difficile da superare, ma che alla fine ha ripagato con una grande, meritata, soddisfazione. 


HOME PAGE                              NEWS RAGAZZI B