02 - 02 - 2014 Winter League Ragazzi, due vittorie nella "prima" giornata

Dopo la prima giornata di riposo e la seconda rinviata per messa a punto del calendario (una squadra ha rinunciato al Torneo), finalmente i Ragazzi di Giovanelli e Uberti scendono in campo nella splendida cornice del Palarecord di Bologna portando a casa due successi. Contro il S.Lazzaro, squadra quasi completamente rinnovata rispetto quella vista l'anno scorso, la vittoria matura senza sussulti; con il Minerbio, più maturo, si inizia bene, si finisce concedendo troppo, e alla fine prevale la squadra con l'attacco più incisivo.

La Società si complimenta con i Ragazzi e gli Allenatori per l'ottimo lavoro svolto, e ringrazia Luca Fabbri e Cristian Cortesi per il supporto dato alla squadra: il primo come, oramai ufficialmente, Dirigente Accompagnatore della stessa, il secondo, vista l'abilità mostrata e più volte confermata, come "Fotografo ufficiale" del Gruppo, posto lasciato vacante proprio dall'amico Luca.

Primo incontro vs. SAN LAZZARO

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Cortesi (0/2), 5 Giovanelli (1/2 doppio), 6 Cianci (0/3), 7 Fabbri (1/1 doppio), 1 Pedrazzi (0/1),

3 Filippini (1/2), 2 Pini (0/1), 8 Ridolfi F. (0/1), 9 Ridolfi N. (0/0 colpito, bb) 

       Sequenza punteggio                  R   V   E

       Rimini Riviera         3 0 2 2       7    3   0

       S. Lazzaro                0 0 0 0       0    1   2 

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide         2.0  4  0   0   0

       CIANCI Enrico                2.0  5  1   1   0

Nelle prima ripresa Cortesi va in base su ball, quindi nel box si presenta il piccolo Giovanelli (classe 2004) cha saluta il partente del S.Lazzaro con un doppio che tocca terra fra gli esterni centro e destro. Base ball anche per Cianci, quindi anche Fabbri tocca un doppio, con Cortesi e Giovanelli che segnano i nostri primi punti. Pedrazzi termina out al volo (volata di sacrificio) dall'esterno centro e Cianci dalla terza riesce anch'esso a segnare. Limite dei 3 punti raggiunto e cambio campo. Per il Rimini il Partente è Pedrazzi con Pini Ricevitore. Davide lascia al piatto i primi due battitori, quindi con un' assistenza 1-3 chiude l'inning.

Nella seconda ripresa non segnamo. Filippini termina strike out e Pini va in base su ball. Stessa sorte per Francesco Ridolfi. Nicola Ridolfi viene colpito, quindi Cortesi tocca in diamante e giunge in prima base per scelta difesa con Pini, costretto alla corsa, eliminato a casa base. Anche Giovanelli giunge salvo in prima per scelta della difesa, che fa nuovamente gioco a casa base eliminando Francesco Ridolfi. In difesa Pedrazzi mette a segno altri due strike out, poi la terza eliminazione arriva con la più classica delle vie (6-3 Cianci-Filippini).


Terza ripresa. Cianci arriva in prima su errore della difesa e prosegue in seconda. Con Fabbri in battuta ruba anche la terza, poi di nuovo sortita verso casa base, ma questa volta il, ricevitore raccoglie veloce la palla persa e lo elimina sulla scivolata. Lunga sequenza di basi ball: Fabbri, Pedrazzi, Filippini, Pini (con Fabbri che segna). Francesco Ridolfi finisce strike out, quindi il fratello Nicola riceve l'ennesima base ball (Pedrazzi segna). Strike out anche per Cortesi e si cambia campo. Sul monte Cianci rileva Pedrazzi, e pur non precisissimo invoglia alla girata i battitori del S.Lazzaro che terminano tutti e tre strike out.

Quarta ripresa. Giovanelli va in base su ball e Cianci finisce strike out con Giovanelli che ruba la seconda. Base ball per Fabbri e Giovanelli ruba un'altra base. Pedrazzi batte una volata che l'esterno destro manca abbastanza clamorosamente. Giovanelli segna, la palla viene recuperata, assistenza in terza dove sta giungendo Fabbri. Matteo giunge salvo, ma il difensore avversario riesce in una seconda assistenza vincente che coglie fuori base Pedrazzi che stava giungendo in seconda. Filippini tocca un singolo spingendo a casa Fabbri, poi lo strike out di Pini pone fine al turno. In difesa Cianci concede un singolo, poi uno struke out. Toccata in diamante con l'assistenza vincente 4-3 (Pini-Filippini). Un nuovo battitore giunge in base su ball, ma poi il compagno successivo termina strike out e l'incontro finisce (limite di tempo).

Secondo incontro vs MINERBIO

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Cortesi (0/3), 5 Giovanelli (1/1), 6 Cianci (0/1), 7 Fabbri (1/1 doppio), 1 Pedrazzi (1/2 HR!),

3 Filippini (0/1), 2 Pini (0/1), 8 Ridolfi F. (1/2), 9 Ridolfi N. (0/0 2bb) 

       Sequenza punteggio                  R   V   E

       Minerbio                   1 0 2 3       6    3   0

       Rimini Riviera         2 3 3 x       8    4   2 

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide          2.0  6  0   1   0

       CIANCI Enrico                0.2  1  2   4   0

       FILIPPINI Giuseppe       0.2  2  1   0   0

Prima ripresa. Tutto invariato per il Rimini Riviera, sia nel line up che per lo schieramento difensivo. Pedrazzi concede una base ball, poi chiude il suo turno con 3 strike out consecutivi, ma senza riuscire ad impedire che il Minerbio segni un punto. In attacco Cortesi batte scavalcando il prima base, ma l'esterno destro raccoglie velocissimo e riesce ad assistere in prima eliminando Yuri. Giovanelli e Cianci vanno in base su ball, poi Fabbri si ripete e batte un altro doppio che spinge Giovanelli a casa base. Pedrazzi tocca in diamante, il terza base raccoglie e assiste in seconda, ma senza successo. Con Filippini nel box (finirà poi strike out), Cianci, Fabbri e Pedrazzi rubano una base. Pini va in base su ball, quindi lo strike out di Francesco Ridolfi fa terminare l'inning.  

Seconda ripresa. In difesa restiamo poco, grazie a Pedrazzi che infila la sua seconda tripletta di strike out consecutivi. In attacco Nicola Ridolfi va in base su ball, poi ruba seconda e terza con Cortesi nel box, che però finirà strike out. Giovanelli batte valido e Nicola Ridolfi segna. Cianci tocca sul lanciatore che poi assiste in prima, ma Giovanelli giunge in seconda. Fabbri riceve base ball. Nel box entra Pedrazzi che batte FUORICAMPO facendo giungere la palla in tribuna! Peccato che il limite dei 3 punti gli conceda solo i due RBI dei compagni già in base.


Terza ripresa e Cianci rileva Pedrazzi. Il primo battitore viene elimanto per la via 5-3 (Giovanelli-Filippini). Enrico concede due basi ball, quindi una valida. da questo momento in poi la difesa va in bambola: su un tentativo di rubata Pini assiste male in seconda e si innesca un flipper che anche se produce un'eliminazione ci costa avanzamenti regalati e un punto segnato. Nuovo battitore, nuova valida, nuovo tentativo di rubata, questa volta verso la terza base, nuovo flipper sempre innescato da un'assistenza troppo alta di Pini e secondo punto. Il Manager Giovanelli decide per la sostituzione di Cianci con Filippini (in prima va dunque Pedrazzi e Cianci chiude il giro occupando la posizione di interbase) e di Pini con Cortesi (2b), scambiandoli di ruolo. Giuseppe  lascia al piatto il successivo battitore per il terzo eliminato e i danni si limitano ai soli due punti subiti. In attacco Filippini va in base su ball e Pini finisce strike out. Francesco Ridolfi batte valido. Con Nicola Ridolfi nel box (alla fine per lui base ball) Filippini e Francesco Ridolfi rubano per due volte una base. Cortesi termina strike out, poi con Giovanelli nel box i fratelli Ridolfi sfruttano molto bene i lanci imprecisi del Lanciatore avversario raggiungendo nel dug out Filippini passando come il compagno "dal via" e raccogliendo punti.

Quarta ripresa. Filippini concede due basi ball, quindi mette a segno uno strike out. Il battitore successivo tocca un doppio, che seguito poi dall'ennesimo flipper (questa volta senza errori, semplicemente si andava alla ricerca dei corridori che arrivavano in base sempre un attimo prima della palla) innesca per gli avversari una corsa sulle basi che vale per loro i tre punti per limite. Il tempo è praticamente scaduto, l'arbitro prende atto dell'impossibilità di giocare un ulteriore inning (oltre alla parte bassa di quello in corso) e dichiara quindi anzitempo il termine della partita.


Il commento di Cristian Giovanelli:

"La prima partita contro il San Lazzaro si è rivelata meno complicata del previsto, grazie a nostri lanciatori Pedrazzi e Cianci che hanno lasciato 9 avversari al piatto concedendo un'unica valida e con le altre due uniche battute che non hanno superato il Lanciatore per  poi finire nel guanto del prima base. In battutta, quando non andavamo in base su ball  (11 basi ball concesse, ndr), sui lanci buoni siamo sempre riusciti a mettere in difficoltà i lanciatori avversari. E questo nonostante nel 2°-3° inning il lanciatore fosse molto veloce."

"Nel secondo incontro il risultato 8-6 è veriterio in parte: la regola dei 3 punti ci ha penalizzato senz'altro più degli avversari, soprattutto nel secondo inning dove grazie al fuori campo di Davide Pedrazzi eravamo già a quattro punti matematici. Peccato tuttavia che da questo momento in poi i ragazzi abbiano cominciato a rilassarsi, e così con i conseguenti errori, un po' troppi, e con la precisione venuta a mancare (le giornate storte capitano a tutti) al nostro primo cambio sul monte il Minerbio è riuscita a farsi sotto. Poi la partita è finita per raggiunto limite di tempo, ma noi abbiamo senz'altro costruito più degli avversari.

"Queste  prime partite - prosegue Giovanelli -  evidenziano il fatto che abbiamo ancora molto da lavorare, specialmente sulla concentrazione e su alcune tattiche difensive che non sono ancora ben chiare. Sono invece contento per i battitori che girano abbastanza compatti e in ogni caso fanno sempre contatto. Oggi mi sento di segnalare come MVP Davide Pedrazzi: miglior Lanciatore, 5 (4+1 non valido) punti RBI e battitore di un fuoricampo, tengo a sottolinearlo, non occasionale frutto della voglia di spaccare tutto, ma giusta conseguenza di una buona girata, potente e corretta tecnicamente."

Stefano Pedrazzi e Cristian Giovanelli


HOME PAGE                            TUTTE LE NEWS                           NEWS RAGAZZI A