02 - 03 - 2014 Esordienti, Giovani Marmotte Under 11

 

Domenica, 2 Marzo. Alla palestra Casadei di Viserba si è giocata la penultima giornata di girone. Per gli Esordienti di Piero Fabbri due incontri contro squadre ben più esperte e dall'esito, sostanzialmente, già scritto. Il pronostico viene tuttavia rispettato in pieno solo nella prima partita contro il San Marino capolista, mentre nella seconda contro il Godo i ragazzi se la giocano sino all'ultimo.

cliccare per ingrandire
cliccare per ingrandire

Gara 1 - Junior Rimini vs San Marino

successione punteggio

San Marino        4 4 4 0 4 = 16

Junior Rimini     0 1 0 3 1 =   5

Gara 2 - Junior Rimini vs Godo

successione punteggio

Godo                    4 1 1 2 1 4 = 13

Junior Rimini     4 1 1 2 4 0 = 12

Gara 1

La partita è senza storia: troppo il divario in campo San Marino con diversi atleti già maturi fisicamente e alcuni anche tecnicamente. Lo Junior Rimini, per di più, è privo di Capone, Albini e Giovanardi, i giocatori di maggiore età e capacità. Le potenti mazze del Titano toccano regolarmente sugli esterni scavalcondo il diamante, la nostra difesa non può far altro che giocare di rimessa e i 4 punti per inning ne sono logica conseguenza. Unica eccezione alla quarta ripresa,  dove segnaliamo tra l'altro una spettacolare presa all'esterno di Thompson che blocca l'avanzata avversaria. In attacco i nostri giovani giocatori faticano non poco ad uscire dal diamante, ma quando ci riescono i punti entrano! Punti che avrebbero potuto anche essere di più, ma l'inesperienza tattica e soprattutto un'acquisizione delle tante regole di gioco che richiede il suo tempo fan sì che la nostra corsa sulle basi conceda diverse eliminazioni (diversi doppi giochi subiti a seguito di out al volo) che agevolano il lavoro della pronta difesa avversaria.

Gara 2

Contro il Godo abbiamo assistito ad una bella partita, avvincente ed equilibrata tra due squadre che si equivalgono. Le due compagini si confrontano ribattendo colpo su colpo sino alla fine della quarta ripresa. Al quinto inning, in apparenza, il break decisivo: la nostra difesa continua a giocare bene e  gli avversari marcano un unico punto e in attacco va ancora meglio con addirittura quattro punti per il nostro carniere. I ragazzi si sentono sicuri della vittoria e, come spesso succede in questo frangenti, l'euforia lascia via libera alla deconcentrazione. All'ultima ripresa, infatti, il Godo, reagendo positivamente al momentaneo svantaggio gioca con forza riuscendo a segnare quattro punti mentre il nostro attacco resta sterile. Il primo battitore, Mattia Mazzocchi, batte valido, giunge tranquillamente in prima e tenta la sortita verso la seconda, ma viene eliminato per toccata. Ci sta, la giocata è stata aggressiva come il punteggio richiedeva; è andata male, ma pazienza... D'altra parte la difesa è lì proprio per eliminare corridori! In difesa da segnalare un triplo gioco difensivo su linea presa al volo dal'interbase Francesco Selva (in prestito dalla squadra B) con successiva eliminazione di corridori in prima e seconda.


Il Manager Piero Fabbri è soddisfatto. "I ragazzi oggi presenti - ci dice - se escludiamo il piccolo incidente di percorso dell'ultima ripresa del secondo incontro (che comunque gli ha insegnato l'importanza del non mollare mai), si sono comportati molto bene. Il box ha funzionato, bisogna lavorare sugli automatismi della corsa sulle basi, ma abbiamo un mese per lavoraci prima che inizi il campionato. In difesa abbiamo potuto giocare praticamente solo in Gara 2, e i ragazzi hanno rispettato le mie aspettative. Con una formazione ridotta come quella di oggi non potevamo pretendere di più e, se fossimo stati al completo, contro il Godo sarebbe probabilmente finita diversamente, mentre contro il San Marino avremmo comunque perso, ma giocandocela poco meno che alla pari contro chi è arrivato primo in classifica alla fine del Girone!

"Se da ora in poi - continua Piero - il Gruppo sarà costantemente presente ad allenamenti e partite non escludo che quando scenderemo nel vero campo da Baseball ci potremo togliere qualche soddisfazione!"