02 - 06 - 2013 Di nuovo pari con il Modena di A/IBL2

 

La seconda giornata di ritorno è una fotocopia dell’andata per i ragazzi di Heredia che, sul campo amico di via Monaco, mostrano troppe sbavature in difesa nella gara pomeridiana e si dividono la posta con la squadra modenese. I riminesi, forse sbilanciati dalle rotazioni imposte ai lanciatori convocati per la European Cup di Barcellona, vincono a fatica gara 1 e perdono senza appello gara 2.

PRIMO INCONTRO

Questa la formazione partente

15/ss FABBRI; 54/3b DI FABIO; 50/c CIT; 27/1b PANDOLFI S; 10/dh BACCELLI; 30/lf BANNINI; 34/cf CELLI; 14/rf GALLUZZI E; 62/2b PAPINI; 25/p DIRAFFAELELu

          

            Sequenza punteggio              R  H  E

Modena                0 2 0 0 0 1 0 0 0 - 3   7   1

Rimini Riviera     0 1 1 0 0 3 0 0 X - 5 11   0

La prestazione dei lanciatori:

Rimini Riviera  ip h r er bb so wp bk hbp ibb ab  bf  fo go

NORRI             5.0 5 3 3   1   3    0   0    2     0   16  22   4   7

RICCI M.     W 2.0 1 0 0   1   4    0   0    0     0    7    8   1   1

CHERUBINI  S 2.0 1 0 0   0   3    0   0    0     0    6    6   1   1

Il pitcher partente riminese Norri ottiene 3 veloci eliminazioni, mentre il collega Paltrinieri fatica di piu’ ma chiude il primo inning senza danni.

Al secondo inning, il Modena impatta con due doppi che fruttano i primi due punti. la reazione dei riminesi e’ immediata e frutta il primo punto grazie al doppio di Baccelli, alla valida di Papini e alla volata di sacrificio di Di Fabio. Il terzo attacco del Modena sfila senza danni, nonostante la valida di Sola e al bunt di Scerrato. Il Rimini, con Pandolfi (singolo) e Cit (doppio) accorcia subito le distanze (2 – 1). Anche i successivi attacchi del Modena si spengono senza danni per i riminesi, con Norri che concede ben poco ed e’ ben supportato dalla sua difesa.

Al terzo il Rimini pareggia. inizia con la bella linea di Pandolfi che l’esterno sinistro Chiossi puo’ solo aspettare al primo rimbalzo. Pandolfi, in seconda per lancio pazzo, pareggia su doppio al centro di Cit.

Al sesto, il Modena prova a mettere il muso avanti: Gibertini esordisce con il suo secondo doppio, questa volta a destra, che disorienta non poco l’esterno del Rimini, e decreta la fine dalla partita per Norri. Sale in pedana Ricci Masotti che subisce subito la profonda battuta al centro di Breveglieri che vale il sorpasso del Modena (3-2).

Ancora una volta i riminesi non mollano: riparte Baccelli che riceve la base ball e raggiunge la seconda sul bunt ben eseguito da Enrico Galluzzi. Il Modena manda Paltrinieri alle docce e Cremaschi sul monte ad affrontare Papini, ultimo uomo del-line up riminese. Sul conto pieno Papini gira una palla alta e la indirizza all’esterno centro per l’avanzata in terza di Baccelli. Papini poi raggiunge la seconda sul tiro dell’esterno, intenzionato a fermare il possibile punto di Baccelli. Fabbri si ferma nel box (k), ma il lungo triplo di Di Fabio e il profondo doppio di Bannini fruttano due punti che riportano avanti il Rimini. Bannini sfrutta il successivo lancio pazzo di Cremaschi per raggiungere la terza, ma Pandolfi non riesce a spingerlo a punto (5-3).

All’ottavo, il manager Heredia manda a riposo Masotti per raggiunto limite dei 40 lanci. sul monte sale Tommaso Cherubini che ottiene le ultime 6 rapide eliminazioni che pongono termine alla partita.


SECONDO INCONTRO

Questa la formazione partente

15/ss FABBRI; 54/3b DI FABIO; 50/c CIT; 27/1b PANDOLFI S; 10/dh BACCELLI; 30/lf BANNINI; 34/cf CELLI; 14/rf GALLUZZI E; 62/2b PAPINI; 25/p DIRAFFAELELu

          

            Sequenza punteggio              R  H  E

Modena                 0 0 0 0 0 1 0 2 2 - 5  7  1

Rimini Riviera      0 0 0 0 0 0 0 0 0 - 0  2  6

La prestazione dei lanciatori:

Rimini Riviera  ip h r er bb so wp bk hbp ibb ab  bf  fo go

DI RAFFAELE  5.0 0 0 0  2   5    0   0     1    0   14  19   7   2

GASPERONI L 2.2 3 3 2  1   4    0   0     1    0   11  13   1   2

BIONDI             1.1 4 2 0  1   1    0   0     0    0    7    9   0   1

Gara2 è stata dominata dai lanciatori modenesi Soto e Ventura, mentre un ottimo Luca Di Raffaele consente al Rimini di rimanere in corsa per tutta la sua metà gara.

Per i primi 5 inning di gioco nessuno dei due attacchi riesce a prendere il sopravvento sui lanciatori. Il primo arrivo in base per i modenesi arriva solo al terzo inning, mentre i riminesi fanno ben poco di più ma senza ottenere punti. Stesso copione fino al quinto, con Modena agevolato dagli errori della difesa riminese.

Al quarto, Pandolfi spaventa Soto ma la sua lunga battuta si stampa sul muro in zona foul.

Al sesto, Heredia sostituisce il bravissimo Luca Di Raffaele con Davide Gasperoni. Il pitcher ex Pesaro manda subito in base per ball Sola, poi raccoglie la corta battuta di Scerrato ma sbaglia l’assistenza con la palla che va all’esterno centro. Gibertini batte la prima valida per il Modena che vale anche il primo punto. Breveglieri finisce strike-out e Scerrato, nel tentativo di rubare la terza, si consegna praticamente a Di Fabio. Anche Labriola batte su Gasperoni che, questa volta, non sbaglia e Pandolfi può eliminarlo in prima.

Al settimo, Bannini batte una rimbalzante che decreta la fine delle fatiche di Soto. Per il Modena sale sul monte il veterano Cipriano Ventura (classe 65’) che chiude nuovamente la saracinesca alle già spente mazze riminesi.

All’ottavo, con già due eliminati, le valide in sequenza di Scerrato e Gibertini fruttano il secondo punto al Modena e costringono Heredia a ricorrere al bull-pen. Sale Biondi in pedana, ma viene accolto dalla valida di Labriola che incrementa ancora il punteggio (0-3).

Al 9 inning, Biondi non riesce a contenere gli avversari che mettono costantemente pressione, e incassa altri due punti dovuti, anche, all’ennesimo errore difensivo della giornata. Nulla da fare per il Rimini all’ultimo attacco, con Heredia ormai rassegnato che da un piccolo spazio ai giovanissimi Cianci e Soatin, con il Modena che vince per 5 a zero.

Nessuno in particolare da segnalare nel box di battuta se non la solita buona volontà e la ricerca di colpire la palla di Di Fabio e Bannini, gli unici a colpire valido.


HOME PAGE                              NEWS IBL2