Buone le impressioni ricevute dal manager Zucconi dalla prova della squadra Under 21 del Riccione che ha visto crescere notevolmente le prestazioni dei giovani atleti che in questo periodo devono sopperire alle numerose assenze dei più “anziani” o titolari di ruolo (il prima base Bannini ancora fuori per i postumi di un’appendicite, il terza base Di Fabio utilizzato ultimamente da lanciatore e ricevitore convocato dalla squadra di IBL 1 per un incontro concomitante sull’adiacente campo dei Pirati col Mastiff Grosseto, l’esterno centro Celli e l’interbase Fabbri impegnati in Accademia e i lanciatori Norri e Luca Di Raffaele non impegnabili per l’impegno di IBL 2 del giorno successivo); così dopo alcune partite con formazioni ridotte al minimo e molti degli atleti inseriti fuori ruolo per gioco forza (si è visto ancora qualche gioco difensivo non perfetto) la squadra ha comunque affrontato la temibile squadra emiliana della Pianorese, altra pretendente al posto per i play off, con uno spirito decisamente promettente per il futuro.

E’ andata in vantaggio per prima, ha saputo reagire al momentaneo pareggio e successivo vantaggio degli avversari, per poi saper approfittare del cambio del lanciatore per affondare i colpi decisivi e guadagnare un vantaggio rassicurante per qualsiasi opzione difensiva per portare a casa il risultato. 

Questa la formazione riccionese partente:

 20/p Lorenzo Di Raffaele (2/3); 62/ss Papini (0/4); 19/2b Mattia Pellegrini (0/5); 37/cf Babini (1/4); 36/1b Norri (0/2); 24/3b Cianci (3/4); 25/rf Luca Di Raffaele (0/2) (Albani 1/2); 8/lf Jacopo Pellegrini (0/2);

Punteggio:

Pianorese 0 2 1 0 1 0 0 = 4 4v 8e

Riccione 2 0 1 2 6 0 X = 11 9v 1e

Prestazione lanciatori     RL H R ER BB SO 

DI RAFFAELE Lorenzo, W 5.0  4  4   2    4    8

PAPINI Mattia                      2.0  0  0   0    0    2

Un ottimo Lorenzo Di Raffaele era il partente designato e chiudeva indenne la prima ripresa; in attacco il Riccione approfittava subito della non perfetta condizione del lanciatore avversario: con due out Mattia Pellegrini riusciva ad arrivare in base per un errore difensivo, poi le basi a Babini e Norri riempivano il diamante di uomini del Riccione. Era il singolo di Giulio Cianci a consentire ai primi due di segnare per il momentaneo vantaggio. La Pianorese comunque si dimostrava squadra ostica e pericolosa raggiungendo subito dopo il pareggio con un paio di battute valide ed un errore della difesa romagnola.

Dopo un secondo attacco sterile del Riccione, che aveva lasciato le basi piene, gli emiliani sono passati in vantaggio grazie ad una base ball ed a due battute valide. Il Riccione questa volta riusciva a segnare con Cianci in base ball e poi in seconda per un tentativo fallito di coglierlo fuori base del pitcher bolognese; sulla successiva battuta valida di Soatin il terza base notevolmente in ritardo tentava comunque l’eliminazione sparando la pallina sulla recinzione con Cianci che raggiungeva tranquillamente casa base per il pareggio 3 a 3.

Mentre Lorenzo Di Raffaele si trovava sempre più a suo agio sul monte, pur non essendo il suo ruolo, impedendo altre velleità dei bolognesi, il Riccione metteva a segno, sul nuovo lanciatore, altri due punti, con Mattia Pellegrini in base per scelta difesa, e Norri in base ball; la valida interna di Cianci riempiva le basi e l’ulteriore base gratuita ad Albani valeva il primo punto automatico; automatico anche per il secondo grazie a Soatin che veniva colpito. Jacopo Pellegrini era il terzo out ancora con basi piene.

La Pianorese provava a pareggiare, ma riusciva soltanto ad accorciare le distanze, con un unico battitore che in base per ball, rubava la seconda, andava in terza per balk e segnava grazie ad un lancio pazzo. Di Raffaele riusciva a chiudere l’inning e la sua prova senza altri problemi sul risultato di 5 a 4, risultando poi anche lanciatore vincente. Il Riccione, che in attacco aveva già trovato le misure al nuovo pitcher emiliano, riusciva a completare un big inning da ben 6 punti, portando ben 11 battitori nel box. Cominciava lo stesso lanciatore romagnolo, appena smontato dalla pedana che batteva una rimbalzante sul seconda base che vedeva sfilare alle spalle la pallina. Sulla seconda opportunità lo stesso seconda base assisteva male all’interbase per il tentativo di doppio gioco, consentendo a Di Raffaele di arrivare salvo in seconda e Papini in prima. Un lungo doppio di Babini li spingeva entrambi a casa. Norri guadagnava un’altra base, e Cianci batteva l’ennesima valida con relativo RBI per Babini. Albani ripeteva il gesto del suo predecessore spingendo in terza Norri. Una volata di sacrificio di Luca Soatin faceva entrare il quarto punto di Norri. Con la base a Jacopo Pellegrini il lanciatore avversario riempiva di nuovo le basi. A questo punto Lorenzo Di Raffaele trovava il varco giusto battendo una rotolante fino all’esterno centro consentendo altre due segnature con Cianci ed Albani per quello che poi sarebbe stato il punteggio finale di 11 a 4.

Papini sostituiva il partente riccionese affrontando in tranquillità lo smobilitato attacco bolognese che nei successivi due inning non toccava neanche il cuscino di prima.

Grande prova corale del collettivo che nonostante le sperimentazioni ha trovato coesione e spirito di sacrificio per la squadra.

Da segnalare nel box di battuta il 2 su 2 di Luca Soatin e il 3 su 4 di Cianci (per un rimarchevole 5 su 8 settimanale).. 


HOME PAGE                              NEWS UNDER 21