04 - 08 - 2013 Home Run Derby e cena sociale allo stadio dei Piratini

 

Domenica, 4 Agosto, grande festa alla stadio dei Piratini. Nel pomeriggio Home Run Derby dei Ragazzi. A seguire cena con le famiglie di tutti i nostri tesserati. Circa settanta persone hanno preso parte all'evento, e questo grazie a una folta squadra di genitori volontari che non hanno lesinato sforzi per far riuscire al meglio la giornata.

E' stata di Cristian Giovanelli l'idea di organizzare l'Home Run Derby, ed è grazie al gradito "ritorno" di Toto Severi che è stato possibile preparare la cena a base di salsicce, costarelle e l'immancabile maialino in porchetta.

Alle 17.30 è scattata la gara dei fuoricampo. I Ragazzi sono stati suddivisi in due gruppi, in base all'età, con i box di battuta posti a distanze differenti dalla linea del fuoricampo per poter dare a tutti la possibilità di segnare punti.


 Gruppo "Grandi"                 Gruppo "Piccoli"

   Liam BALDINI                   Mattia BERTOZZI

   Enrico CIANCI                Matteo GIOVANELLI

   Matteo FABBRI                   Nicola RIDOLFI

 Umberto FRISONI                Francesco SELVA

  Silvano INSIGNE                Emanuele UBERTI

 Davide PEDRAZZI

     Romano PINI

Francesco RIDOLFI



Dopo quasi un'ora e mezza di battute, una caviglia gonfia del Pitch Coach Dodo Uberti e una spalla con tatuata una bella cucitura di palla da baseball per la nostra fotografa Cristina Tonelli (ad entrambi un consiglio: gli screen di protezione proteggono se ci si sta dietro, non di fianco...) la gara si è conclusa con Enrico Cianci e Emanuele Uberti primeggiare nelle rispettive categorie, precedendo di un soffio i compagni.


Sulla cena abbiamo poco da dire se non che è stata apprezzatissima da tutti: con il caldo che faceva e il frigo delle birre a distanza di braccio, il nostro "inviato" non è che ci abbia raccontato più di tanto (!). Una volta terminata la cena è stata improvvisata una partita di Slow Pitch Genitori contro Figli che sul monte ha visto un inedito Mauro Quercioli nel ruolo di lanciatore comune.

I Ragazzi, aiutati anche da qualche Allievo, hanno giocato bene anche se mancava completamente l'abitudine a colpire una "noce di cocco" lanciata a lenta parabola, ma neanche i genitori hanno sfigurato, forti di un line up composto anche da ex giocatori, pur resi un po' instabili sempre dal caldo e dal frigo delle birre (!!).

Alla fine tutti a casa, come suol dirsi alle scuole elementari, stanchi, ma felici di aver passato una bella giornata!


HOME PAGE                            TUTTE LE NEWS