08 - 05 - 2013 Prova di forza dell’Under 21 del Riccione


 

Continua la carenza organica della squadra Under 21 del Riccione che in numero contato con la sola riserva di Battista Babini, a metà servizio per il perseverare di un problema muscolare, hanno battuto sul loro campo il Longbridge 2000 Fortitudo con una dimostrazione di forza sconcertante, soprattutto in attacco.


Questa la formazione riccionese partente:

  20/2b LORENZO DI RAFFAELE (2/4); 62/rf PAPINI (2/4); 13/ss LORENZO DI FABIO (3/5); 36/1b NORRI (1/5); 24/3b CIANCI (2/4); 99/lf ANDREA ALBANI (1/5); 25/p LUCA DI RAFFAELE (1/3); 12/c LUCA SOATIN; 8/cf JACOPO PELLEGRINI (0/4)

Punteggio:

Riccione 1 0 8 0 0 0 3     =  12 13v 2e

Longbridge 2 0 0 3 0 0 2 =   7   5v 2e 

Prestazione lanciatori     RL  H R ER BB SO 

DI RAFFAELE Luca            2.0   1  2   1    5    3

NORRI Alessandro          W 5.0   4  5   0    0    6


Il primo attacco vede il Riccione passare in vantaggio con un’azione classica: Papini batte valido e ruba la seconda, Di Fabio batte anche lui valido a destra consentendo l’arrivo a casa base. Il lanciatore partente, in considerazione di incontro infrasettimanale, è il mancino Luca Di Raffaele, che dopo un inizio con due out al volo denota un calo improvviso e dopo aver colpito il terzo uomo in battuta concede tre basi ball consecutive che insieme ad un lancio pazzo portano al sorpasso il Longbridge.

  

Il secondo attacco romagnolo vede il solo Luca Soatin arrivare in prima grazie ad un singolo; in difesa il Riccione riesce a non far segnare ulteriore punti ai bolognesi con Di Raffaele che si riprende ma vede sostituirsi al terzo per il numero di lanci prefissati già raggiunto.

 

Al terzo l’attacco del Riccione si scatena e completa un big inning da 8 punti che annichilisce gli emiliani: comincia l’altro Di Raffaele, Lorenzo, con un singolo a sinistra, segue Di Fabio con una palla battuta profonda sull’interbase per l’arrivo di entrambi salvi i corridori; il singolo di Norri che riesce a passare sulla seconda base porta a casa i primi due punti per il controsorpasso. Le ulteriori battute valide di Cianci e di Albani riempiono le basi; Luca Di Raffaele tocca valido a sinistra per il punto di Norri, la base gratuita a Soatin invece spinge a casa Cianci. La seconda base ball a basi piene consente il quinto punto; Papini a questo punto spara un gran doppio in mezzo agli esterni per altri due punti. Di Fabio con la seconda valida nello stesso inning porta il risultato provvisorio sul 9 a 2 sui demoralizzati bolognesi. Norri sostituisce il partente sul monte, con un primo inning in cui subisce una sola valida. L’attacco sul nuovo lanciatore invece sembra prendersi un turno di riposo, ma non per Giulio Cianci autore di un bel doppio lungo linea, che rimane però da solo sulle basi.

 

Al quarto attacco dopo due out facili Norri si rilassa un po’ troppo e subisce prima due valide, poi colpisce anche lui il terzo uomo in battuta, riempiendo le basi; un’incomprensione con Soatin dietro al piatto fa sfilare una pallina alle spalle del ricevitore consentendo l’arrivo a casa del corridore sulla terza. Un’ulteriore battuta valida porta a punto altri due uomini prima della chiusura dell’attacco per il momentaneo 9 a 5.

 

Nel quinto e sesto inning la superiorità dei lanciatori sugli attacchi fa ristagnare l’incontro che non si smuove sul risultato.

 

Al settimo ed ultimo attacco il Riccione sembra risvegliarsi a cominciare proprio dal primo uomo del line up Lorenzo Di Raffaele che batte valido al centro; la seguente battuta in diamante di Di Fabio non viene trattenuta dall’interbase. La base gratis a Cianci fa riempire le basi; anche la battuta di Albani non trova pronto il seconda base che lascia sfilare la palla tra le gambe consentendo così a Di Raffaele e Di Fabio di segnare. Cianci segna il dodicesimo punto grazie ad un lancio pazzo. L’ultimo attacco dei padroni di casa vede accorciarsi lo svantaggio bolognese che però non può riprendere il Riccione; Norri colpisce nuovamente l’uomo n° 3 (colpito per la terza volta) che raggiunge salvo la seconda per un errore difensivo. Una doppia rubata riesce perfettamente e prima una palla persa dal ricevitore e poi una volata di sacrificio portano due punti sul tabellino del Longbridge prima della chiusura dell’incontro da parte di Norri con due strike out e la definitiva vittoria per i romagnoli per 12 a 7.

 

Molte segnalazioni nel box di battuta: il 3 su 5 di Di Fabio, l’1 su 2 di Luca Soatin e il 2 su 4 di Cianci, Lorenzo Di Raffaele e Papini.


HOME PAGE                              NEWS UNDER 21