08 - 06 - 2013 Ragazzi "A", altra vittoria a chiusura del girone di andata

I Ragazzi “A” del Rimini Riviera concludono con un successo il girone di ritorno della “regular season”. Approfittando di un vantaggio che si rivela netto sin dalle fasi iniziali dell’incontro, il manager Cristian Giovanelli sperimenta nuove soluzioni tattiche, dando anche spazio a chi, solitamente, ha meno occasioni di giocare. Ottimo l'attacco, la difesa gioca senza eccessivi scossoni.


Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Pini 1/1 (Tufano 0/1), 7 Fabbri 0/2 (Crescentini 1bb), 6 Cianci 0/1, 2 Pedrazzi 1/1, 1 Panzetta 1/1 (Insigne 2/2),

3 Baldini 1/2, 8 Ridolfi 0/1, 5 Mariani 1/2, 9 Bruno 0/2

 

       Sequenza punteggio                    R   V   E

       Valmarecchia      0 4 0 4 0 0       8    1   2

       Rimini Riviera     4 4 4 1 4 x     17    8   2 

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PANZETTA Pietro         1.2  4  0   4   0

       FABBRI Matteo (4pt)     0.0  0  0   4   0 

       CIANCI Enrico               2.0  3  1   1   2

       PEDRAZZI Davide         2.0  5  0   1   0


Nel primo inning in batteria il partente è Panzetta, mentre a ricevere si posiziona Pedrazzi, che gioca nel ruolo solo da un paio di mesi. L’esordio di Pietro è buono: per lui due strike out, una base ball e terza eliminazione ad opera della difesa. In attacco Pini, Cianci e Pedrazzi vanno in base su ball. Si presenta quindi nel box Panzetta che spara un triplo, poi su lancio pazzo segna il quarto punto che pone fine alla ripresa.

Nel secondo inning Panzetta perde un po’ di precisione, mette a segno altri due strike out, concede tre basi ball, ma soprattutto supera abbondantemente i 30 lanci, e Giovanelli lo sostituisce con Matteo Fabbri. Matteo non solo è alla sua prima volta, ma sino alla settimana scorsa non si era mai allenato come lanciatore; l’emozione poi fa il resto, e per lui sono quattro ball di fila e il Valmarecchia forza il cambio campo con i quattro punti per regola, aiutato anche da un pasticciaccio difensivo. In attacco Baldini piazza un altro bellissimo triplo che giunge a due metri dalla recinzione, quindi segna il primo punto rubando il piatto su lancio pazzo. Ridolfi e Bruno vanno in base su ball, quindi nel box di battuta si presenta per la seconda volta il Lead Off Pini, che non volendo essere da meno dei compagni colpisce una volata che scavalca gli esterni, porta a casa i compagni in base e sfruttando la sua velocità riesce addirittura a concludere il giro (fuoricampo interno!) per il secondo 4 sul tabellone.

Nella terza ripresa sul monte va Cianci che con due strike out e un out in prima lascia a 4 punti il parziale del Valmarecchia. In attacco Fabbri va in prima grazie ad un errore della difesa, poi Cianci riceve una base ball e Pedrazzi batte valido. Insigne, subentrato a Panzetta, batte anche lui un triplo e porta a casa due punti (Fabbri aveva già segnato rubando il piatto), poi anche per lui una corsa a casa base su lancio pazzo.

Nella quarta ripresa Cianci va in crisi: dopo un primo battitore che arriva salvo in prima su errore di Pedrazzi in terza base che attacca male, lasciandola sfilare, una debole battuta che si ferma poi a metà diamante, si susseguono un colpito, una base ball, un secondo colpito, uno strke out e una valida, e il Valmarecchia riesce così a segnare altri 4 punti. Il nostro quarto attacco è sterile: segniamo un unico punto senza battere valido. Da segnalare al proposito una bella presa al volo (terzo out) dell’esterno centro del Valmarecchia su Cianci che rende inutile la corsa a casa di Crescentini, arrivato in terza dopo una base ball e un paio di rubate.

Quinto inning. Sul monta sale Pedrazzi che si rifà del precedente incidente di percorso chiudendo tre strike out con dieci lanci. In attacco torniamo a marcare quattro punti, tra basi ball e due valide, rispettivamente di  Insigne e Mariani.

Sesta ripresa. Pedrazzi inizia con un base ball, poi la difesa lo aiuta (assistenza 5-3) con la prima eliminazione. Seguono uno strike out, un battitore in base per interferenza del ricevitore a conto pieno, quindi l’ultima eliminazione, ancora una volta strike out, che pone fine all’incontro.

“Anche se abbiamo vinto non sono molto soddisfatto – dice Giovanelli nel solito briefing del dopo partita – avete preso l’incontro sottogamba e gli avversari ne hanno approfittato ogni volta che hanno potuto. Il dug out era sempre disattento, ho visto tanti giochini scemini fuori dal campo e tante brutte giocate in campo!”

“Il fatto che una partita sia “semplice” (a parte che se gli avversari ci rifilano due 4 nello score significa che la partita non è poi così scontata) non deve farvi tirare i remi in barca! So che non è semplice stare sempre concentrati per due ore, ma il baseball è fatto così e questo richiede…”

Ora ai Ragazzi del Rimini Riviera restano le due partite dei “supplementari”, necessarie per raggiungere il limite minimo di incontri affinchè la classifica del girone possa essere omologata. In palio, visto gli inarrivabili Goti, un secondo posto finale che potrebbe (FIBS permettendo) significare accedere alla post season, e ce la giocheremo tutta nella prossima partita del 15 Giugno contro il Torre Pedrera Falcons, che visti i risultati dei precednti incontri (un incontro vinto a testa) risulterà a tutti gli effetti come uno spareggio. Forza Piratini!


HOME PAGE                              NEWS RAGAZZI