12 - 06 - 2013 Vittoria dell’Under 21 del Riccione Baseball a Imola

 

Nessun problema a regolare la compagine dei pari età dell’Imola sul loro campo per la formazione (ancora una volta contata, 9 elementi) di Gibi Zucconi. Il risultato non è stato mai in discussione e i lanciatori ben supportati dalla difesa hanno tenuto a freno l’attacco imolese con solo piccole sbavature ed un paio di errori.


Questa la formazione partente del Riccione:

20/2b Lorenzo Di Raffaele (1/4); 62/1b Papini (2/4); 13/ss Di Fabio (1/3); 37/cf Babini (1/3); 24/3b Cianci (0/3); 8/rf Jacopo Pellegrini  (0/3); 99/c Albani (0/4); 25/p Luca Di Raffaele (0/3); 2/lf Mularoni (1/1);

       Sequenza punteggio         R  V  E

       Riccione   2 0 1 4 0 2 0 = 9   6   3

       Imola        0 1 1 0 0 2 0 = 4   2   5

       Prestazione Lanciatori:   RL H  R ER BB SO

DI RAFFAELE Luca             3.0  2   2   1    3    3

DI RAFFAELE Lorenzo W   4.0  0   2   0    3    3


Il Riccione si porta subito in vantaggio al primo grazie a Lorenzo Di Raffaele che batte valido al centro, mandato a casa da Papini con un lungo triplo a destra; con un out anche Papini segna su battuta di Cianci per scelta della difesa imolese. Gibi Zucconi conferma Luca Di Raffaele partente con Albani a ricevere; dopo il primo out K, il giovane pitcher riminese fa lavorare la difesa con due out semplici.

Al secondo turno solo Mularoni riesce ad arrivare in prima su ball; Di Raffaele sul monte perde un attimo l’area dello strike, concedendo prima due basi ball ed un colpito, riempiendo le basi per poi far segnare il punto automatico con un’altra base gratis; riesce a chiudere l’inning senza altri danni con due K ed un out in prima.

I giovani riminesi rimettono subito a posto le distanze con Di Fabio in base su ball, avanzato per lancio pazzo e a casa su valida di Battista Babini. A basi piene ed un out Albani batte in doppio gioco chiudendo l’attacco. Due bunt validi consecutivi nel terzo attacco imolese mettono leggermente in difficoltà la difesa del Riccione, che non riesce ad evitare il secondo punto dell’Imola sulla successiva battuta in doppio gioco; segue poi il terzo out per il parziale 3 a 2 per il Riccione.

Il quarto inning vede il Riccione prendere il largo grazie soprattutto alla fallosa difesa avversaria che commette ben 4 errori; comincia Luca Di Raffaele in base gratis, in seconda per la valida di Mularoni, Gibi ordina la doppia rubata riuscita sul turno di Lorenzo Di Raffaele che va K, ma l’errata assistenza del catcher in terza consente a Luca Di Raffaele di giungere a casa ma alla difesa imolese di eliminare Mularoni fuori base. Un vero peccato perché subito dopo Papini batte ancora valido a sinistra, ruba la seconda e arriva fino a casa sull’errore di assistenza in prima per la battuta di Di Fabio; stesso errore anche su Babini che spinge Di Fabio, che aveva rubato anche lui la seconda, in terza base. L’aggressività sulle basi ordinata dal manager porta suoi frutti, perché dopo la rubata di Babini, l’errore di presa sulla volata di Cianci all’esterno destro consente sia a Di Fabio che Babini di giungere a punto, ma fa cogliere sulla rubata Cianci che proseguiva verso la seconda. Sul monte riccionese cambio tutto in casa Di Raffaele con Lorenzo che sostituisce Luca; l’inizio non è tra i più felici, con un colpito ed una base ball, ma si riesce a non subire punti grazie ad un K e due out in diamante.

L’attacco del Riccione si riposa un turno con tre uomini out tutti in prima base. Anche quello imolese non va oltre un uomo in seconda e tre veloci out.

Al sesto il Riccione invece allunga su quello che sarà poi il suo totale dei punti: Mularoni in base ball arriva in seconda sulla battuta poi sbagliata dalla difesa di Papini; entrambi avanzano di una base per lancio pazzo del pitcher imolese e vanno a punto sulla valida a destra, da manuale, di Di Fabio. Praticamente finisce qui l’attacco perché seguiranno 5 out consecutivi. L’Imola riesce solo ad accorciare le distanze grazie ad un momento di confusione della batteria riccionese, che con un errore difensivo, una base ball, due palle perse ed una rubata subita consente all’avversario di segnare due punti; ma anche l’Imola finisce lì il suo attacco non arrivando oltre la prima base nei successivi 6 out. 

Questa volta le segnalazioni nel box di battuta non sono molte: il 2 su 4 di Papini con un triplo e l’1 su 1 con due basi ball di Federico Mularoni.


HOME PAGE                              NEWS UNDER 21