15 - 08 - 2013 Torneo RAGAZZI Happy Kids, Rivabella


Prima giornata      Seconda giornata      Terza giornata      Quarta giornata      Conclusioni


 

Nella seconda giornata la squadra riscatta ampiamente la brutta prestazione di ieri. Con il Crocetta si pareggia e si vince contro il Rimini 86, ma al di là dei risultati è il buon gioco che finalmente torna ad essere il protagonista delle nostre partite.

Seconda giornata - Gara 3 - CROCETTA PARMA

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Pini 0/3, 6 Cianci 0/1 (Bruno 0/1), 2 Frisoni 0/2, 7 Fabbri 0/2 (Mariani bb), 1 Pedrazzi 0/1 (Panzetta 0/1),

3 Baldini 2/2, 5 Tufano 1/3, 8 Ridolfi 0/1, 9 Crescentini 1/1 

        Sequenza punteggio                    R   V   E

       Crocetta Parma       0 4 0 4          8    6    0

       Rimini Riviera         4 1 3 3          8    3    3

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide          3.0  4  5   3   0

       PANZETTA Pietro           2.0  1  1   0   0

 

Con Cristian Giovanelli assente per impegni di lavoro è Piero Fabbri che prende le redini del gruppo. L'avversario è impegnativo, fisicamente e non solo ci è nettamente superiore, ma i ragazzi giocano tranquilli, "...la prestazione dei Lanciatori è stata egregia!" (parole del Pitch Coach Dodo Uberti, n.d.r.) e l'incontro ce lo giochiamo, in tutti i sensi, alla pari.

Prima ripresa. Sul monte parte Pedrazzi, in coppia con Frisoni catcher. "Ball" è un'opzione non contemplata, ma nel box ci sono dei torelli esperti e smaliziati. Il primo battitore termina out in prima, poi uno strike out. Il terzo e quarto battitore picchiano duro, ma gli esterni raccolgono e limitano i danni. Il numero cinque del line up picchia ancora più duro, ci scappa il doppio e anche due punti, ma poi altro strike out. In attacco non vediamo palla: K, F, K, ma il morale è alto, tutti stanno comunque dando il massimo.

Seconda ripresa. Entra in gioco la difesa: due out, una base ball, poi strike out. Notevole. In attacco, dopo due strike out Baldini batte valido e poi Tufano giunge in prima su errore, ma è un fuoco di paglia, perchè poi giunge subito il terzo strike out.

Terza ripresa. Pedrazzi comincia a risentire un po' della fatica e riparte con due basi ball, quindi subisce due valide, infila uno strike out, quindi entra un'altra valida. Niente da dire: l'avversario picchia sempre, per loro non esiste lasciar passare uno strike senza tentare la botta, e siccome girano bene e corrono meglio, sono sufficienti due/tre lanci pazzi che entrano quattro punti. I ragazzi non risentono pasicologicamente del passivo così pesante, e in attacco Crescentini si inventa una girata che si comporta da bunt, sorprende la difesa e arriva salvo in prima. Pini finisce out al volo, poi è tempo di flessione anche per il lanciatore del Crocetta, che concede due basi ball (Cianci e Frisoni) e su lancio pazzo permette a Crescentini di arrivare a casa per il nostro primo punto. Fabbri tocca debole, la difesa sceglie di eliminare Frisoni che sta arrivando in seconda, e poi non contenta chiude la ripresa eliminado a casa Cianci che dopo aver raggiunto la terza stava tentando di finire il giro. Parziale 4-1 

Quarta ripresa. Panzetta rileva Pedrazzi, e con cinque lanci fa girare tre battitori che vengono tutti eliminati in prima. In attacco troviamo un rilievo del Crocetta in netta difficoltà. Non battiamo valido, ma riceviamo diverse basi ball. Comincia Panzetta (subentrato a Pedrazzi), poi tocca a Baldini; Tufano termina out in prima e riprendono le basi ball: Ridolfi, Crescentini. Pini termina strike out e Cianci viene colpito. La giostra finisce con Frisoni che viene eliminato al volo, ma nel frattempo sono entrati 3 punti per i temporaneo 4-6.

Quinta ripresa. Si intravede il fantasma della prima giornata: dopo un primo out della difesa, la stessa buca incredibilmente un pop-out tra seconda e lanciatore! Arriva un doppio, entra un punto e anche il corridore successivo rischia la corsa a casa base; la palla arriva dal taglio a Pini con largo anticipo, il corridore torna sui suoi passi; Pini tenta l'out in terza, ma tira male, la palla termina oltre l'esterno e il secondo punto entra facile. Panzetta infila uno strike out. Altro pop-out, questa volta tra la prima e il lanciatore, e di nuovo la palla casca a terra, poi finalmente il turno termina con l'ennesimo out in prima. Sta 4-8 e possiamo solo pareggiare. Ci riusciamo! Mariani (subentrato a Fabbri) va in base su ball. Anche Panzetta arriva in base, ma con la difesa che decide di eliminare Ricky in seconda. Baldini e Tufano battono valido e poi altre basi ball (Ridolfi, Crescentini, Pini) e per noi entrano tre punti. Nel box è la volta di Bruno (subentrato a Cianci) che a basi piene batte piano, la difesa si incarta e anzichè tentare l'out a casa va per la linea 1-3 che riesce, ma nel frattempo per noi entra il quarto punto che vale un pareggio che per i Ragazzi ha il sapore quasi di una vittoria in finale.


 

Seconda giornata - Gara 4 - RIMINI 86

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Panzetta 0/3, 7 Fabbri 1/2 (Crescentini 1bb), 6 Frisoni 0/1, 5 Pedrazzi 0/1, 1 Cianci 1/1, 3 Baldini 1/1, 8 Ridolfi 0/1 (Tufano), 2 Pini 1/2 (Mariani), 9 Bruno 0/1 

       Sequenza punteggio                    R   V   E

       Rimini 86              0 0 0 0             0    1   2

       Rimini Riviera     4 1 4 4            13   4   0

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       CIANCI Enrico                3.0  5  1   2    1

       PANZETTA Pietro          1.0  1  0   2    0

 

La partita è senza storia, segnamo 13 punti in quattro riprese lasciando a 0 gli avversari che schierano anche Francesco Mazza, prestito proveniente dalla nostra squadra B. E' partita vera, i nostri hanno ancora giustamente "fame" e l'avversario non riesce a porre resistenza.

Prima ripresa. Cianci, ripresosi dal fastidio che da giorni gli faceva dolere la spalla, liquida con tre rapidi K i primi tre uomini del lineup avversario. Diversamente va proprio al "nostro" Francesco Mazza, che dopo un ottimo inizio con Panzetta eliminato in prima e Fabbri strike out comincia ad infilare una lunga serie di basi ball al restante nostro line up che termina con un errore su Pini che comporta l'entrata del nostro quarto punto.

Seconda ripresa. La musica non cambia, anche se si allunga un po'. Dopo il primo K, Cianci subisce una gran bella valida che, causa il gioco molto avanzato dei nostri esterni, scavalca Fabbri e termina la sua corsa sul recinto del campo, cosa che permette al corridore avversario di arrivare indisturbato in terza. Il successivo battitore tocca in diamante, Cianci raccoglie, l'inesperienza del corridore in terza lo porta a correre verso casa base e così la scelta difesa viene automatica. Cianci colpisce il battitore successivo, poi un altro strike out pone fine al turno. In attacco abbiamo troppa fretta e voglia di toccare, e così Panzetta finisce strike out, Fabbri batte valido, Frisoni viene eliminato in prima e Pedrazzi subisce un secondo strike out. Il tutto ci vale un punto e soprattutto una bella lezione di umiltà che non guasta mai. 

Terza ripresa. Cianci comincia a mostrare cenni di stanchezza e concede due basi ball. E' la volta di far entrare in gioco la difesa, cosa che avviene puntualmente con i successivi tre battitori che non riescono ad arrivare in base, ne' a spingere oltre la terza i compagni che li hanno preceduti. In attacco parte Cianci che batte un lungo singolo; l'esterno buca la palla, poi la raggiunge, ma taglia male, poi il taglio rimette male a sua volta in diamante e Enrico riesce a chiudere il suo giro. Nel box si presenta Baldini, e ancora una volta è una bella valida, che poi si trasforma nell'esatta fotocopia di quanto è successo prima, e anche per lui si chiude il giro sulle basi, anche se questa volta Liam confida un po' troppo nelle rimesse avversarie imprecise e a casa, onestamente, ci arriva solo perchè graziato da un rilancio troppo laterale verso il ricevitore. Pausa con Ridolfi che finisce strike out, quindi valida di Pini. Bruno va in base su errore, poi un nuovo errore su Panzetta permette ai nostri di marcare altri 4 punti.

Quarta ripresa. Panzetta succede a Cianci. Turno onesto di Pietro che inizia con la difesa che assiste in prima, poi uno strike out, due basi ball e poi la chiusura con uno strikeout. In attacco si succedono Crescentini (subentrato a Fabbri), Frisoni, Pedrazzi, Cianci. Tutti vanno in base su ball e tutti arrivano a punto sfruttando i diversi lanci pazzi del lanciatore avversario.


Nel girone di qualificazione arriviamo quarti, preceduti dal Crocetta, Sant'Antonino e Falcons A, accedendo alla semifinale per il 5°- 6° posto dove incontreremo, domani, il Lions Nettuno che nel girone parallelo è arrivato terzo. Se si vince ci giochiamo il 5° posto contro la seconda semifinalista, se si perde balleremo per 7°- 8° posto.


Prima giornata      Seconda giornata      Terza giornata      Quarta giornata      Conclusioni


HOME PAGE                              NEWS RAGAZZI