16 - 02 - 2014 Winter League, i Ragazzi chiudono imbattuti il girone di qualificazione

I ragazzi di Giovanelli e Uberti vincono i due incontri di oggi e chiudono al primo posto il girone, seguiti dal Minerbio (anch'esso qualificato per la fase successiva), S.Lazzaro e Ravenna. Sul monte la "prima volta" di Matteo Fabbri con una grande prestazione, quindi Romano Pini con un fuoricampo da due punti pone fine ad una partita (la seconda) che sugli spalti in molti davano oramai per persa.

Il primo incontro (Ravenna) viene liquidato con un perentorio 12-0. La maggior parte dei punti viene segnata grazie a rubate e basi ball con un box che però produce meno di quanto avrebbe potuto. Sul monte, il Manager Giovanelli gioca il Jolly Matteo Fabbri, mai prima d'ora a lanciare e con pochissimo allenamento specifico all'attivo. Per lui 2 valide concesse e 5 strike out. Se il buongiorno si vede dal mattino...

Il secondo incontro (Minerbio) termina 7-6, ma se fosse terminato 5-6 gli avversari non ci avrebbero certo rubato niente. Il monte ha funzionato solo in parte e l'intera partita è giocata in salita, sempre a rincorrere un avversario che ci è costantemente un passo avanti. Ultima ripresa, nel nostro ultimo attacco (giochiamo in casa) siamo sotto di un punto, abbiamo due out e un uomo in base. Pini sgancia un pepitone che termina ben oltre l'alta ringhiera degli spalti, entrano due punti e il risultato viene ribaltato. Bravi i nostri, ma complimenti ad un avversario più che valido.

Primo incontro: RAVENNA - RIMINI RIVIERA

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Cortesi (0/2), 5 Giovanelli (3bb), 6 Cianci (3bb), 7 Fabbri (1/2), 1 Pedrazzi (0/2),

2 Pini (3bb), 3 Ridolfi F (2/3), 8 Bruno (1/1), 9 Ridolfi N. (0/2)

       Sequenza punteggio                  R   V   E

       Rimini Riviera      3 0 3 3 3      12    4   0

       Ravenna                0 0 0 0 0        0    2   0 

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide         2.0  5  0   2   1

       CIANCI Enrico                1.0  2  0   0   0

       FABBRI Matteo               2.0  5  2   1   0

Primo Inning. Cortesi termina strike out e Giovanelli riceve base ball. Con Cianci nel box Giovanelli ruba seconda e terza, quindi anche per Cianci arriva la base ball. Fabbri batte valido (singolo) e Giovanelli segna il nostro primo punto. Pedrazzi finisce strike out, ma nel frattempo Cianci e Fabbri avanzano rubando. Con Pini nel box sia Fabbri che Cianci proseguono rubando e segnano altri due punti per il cambio di campo per regola. In difesa Pedrazzi è il partente con Pini Ricevitore. Al secondo lancio Davide colpisce il battitore che va in base. Con il secondo battitore nel box il corridore tenta di rubare la seconda, ma Pini assiste benissimo Cianci che tocca l'avversario sulla sua scivolata. Seguono due strike out e la ripresa termina.

Secondo inning. Pini va in base su ball e F. Ridolfi termina strike out. Anche Bruno va in base su ball. Con N. Ridolfi nel box Pini ruba la terza, ma lì resterà poichè sia Nicola che Cortesi vengono eliminati al piatto. In difesa Pedrazzi concede 2 basi ball consecutive, ma poi si riprende con una tripletta di strike out.

Terza ripresa. Giovanelli e Cianci vanno in base su ball. Fabbri gira a vuoto il terzo strike e Pedrazzi subisce un out al volo dall'esterno centro. Pini entra nel box, e prima di ricevere anch'esso base ball Giovanelli e Cianci rubano due basi (Giovanelli segna). F.Ridolfi è nel box; nuova doppia ribata, poi Francesco tocca un gran doppio che permette ai compagni di marcare due punti per il 6-0 parziale. In difesa Cianci subentra a Pedrazzi sul monte. Buona partenza per Enrico: primo battitore strike out, il secondo viene elimnato in prima per la via 4-3 (Cortesi - F.Ridolfi), quindi nuovo strike out.


Quarta ripresa. Bruno saluta il lanciatore con un bel doppio. N.Ridolfi viene eliminato al piatto e Cortesi riceve base ball. Anche Giovanelli e Cianci ricevono base ball. Con Fabbri nel box e le basi piene altra girandola di basi rubate che ci valgono tre punti. In difesa l'esordio di Fabbri come Lanciatore: strike out guardato, toccata interna che porta il secondo out in prima, valida e nuovamente strike out, questa volta girato.

Quinta ed ultima ripresa (per limite di tempo). Fabbri, Pedrazzi e Pini vanno in base su ball. F.Ridolfi batte un singolo che permette a tutti i tre compagni in base di segnare. In difesa nuovo strike out di Fabbri, poi una base ball e per finire altri due strike out che mettono fine all'incontro.

Secondo incontro: RIMINI RIVIERA - MINERBIO

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

4 Cortesi (0/2), 5 Giovanelli (1/3), 6 Cianci (1/2), 7 Fabbri (0/2), 1 Pedrazzi (0/1),

2 Pini (2/2), 3 Ridolfi F (1/1), 8 Bruno (1/2), 9 Ridolfi N. (2bb)

       Sequenza punteggio                  R   V   E

       Minerbio                0 3 0 3          6    4   0

       Rimini Riviera      0 2 3 2          7    2   1 

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide         2.0  3   0   6   1

       CIANCI Enrico                1.1  2  1   3   0

       FABBRI Matteo               0.0  0  0   1   0

Line up e formazione difensiva partente non subiscono modifiche.

Primo inning. Pedrazzi parte con uno strike out, poi prende parte all'assistenza 1-3 che elimina il secondo corridore. Base ball, quindi Cortesi in seconda base elimina al volo il terzo battitore. In attacco Cortesi e Giovanelli toccano verso il prima base che elimina entrambi "tutto da solo". Cianci batte un singolo, poi con Fabbri nel box ruba seconda e terza. Fabbri riceve base ball. Pedrazzi batte una linea che supera il diamente, ma l'esterno destro gioca corto, prende la palla ed essiste in prima riuscendo ad eliminare Davide.

Secondo inning. Il primo battitore subisce uno strike out e il secondo base ball. Poi subiamo un "mezzo triplo_mezzo errore" che scavalca F.Ridolfi in prima, tocca terra prima un po' prima dell'esterno destro N.Ridolfi che purtroppo manca la (non facile) presa al volo quindi il rimbalzo che scavalca anche lui permette al Minerbio di segnare il primo punto (lo Scorer ufficiale della WL ha classificato questa azione come Errore, ndr). Nuovamente due basi ball e le basi si riempiono. Lancio pazzo, tutti i corridori avanzano di una base ed entra il secondo punto. Ancora base ball e basi sncora piene. Secondo strike out, quarta (!) base ball per Davide che vale il terzo punto del Minerbio. In attacco, Pini batte un singolo e prima che il compagno F.Ridolfi riceva anch'esso base ball ruba sino alla terza base. Con Bruno nel box si ruba di nuovo e si segna, poi anche Mattia riceve base ball. N.Ridolfi è nel box. Anche per lui c'è la base ball con altre rubate in diamante. Cortesi resta al piatto guardando il terzo strike. Giovanelli tocca debole, il Lanciatore raccoglie e sceglie di eliminare F.Ridolfi costretto a correre verso casa base. Cianci riceve base ball con Bruno che segna "camminando", quindi Fabbri tocca un pop out che viene preso dal prima base del Minerbio. Comincia la rincorsa.

Terzo inning. Cianci rileva Pedrazzi, e il Minerbio lo accoglie con un doppio. Segue uno strike out, quindi uno spettacolare out al volo di N.Ridolfi che afferra in tuffo una battuta che se lo avesse scavalcato nella migliore delle ipotesi ci sarebbe costata un punto. Nuova volata, ma questa volta è un facile pop-out che Pedrazzi, interbase, intercetta senza problemi. In attacco Pedrazzi e Pini vanno in base su ball, poi F.Ridolfi batte nuovamente un doppio che permette ad entrambi i compagni di segnare. Bruno viene eliminato al volo dall'interbase avversaria, N.Ridolfi e Cortesi ricevono base ball. Giovanelli batte valido e porta a casa F.Ridolfi per il nostro terzo punto.


Quarto inning. Cianci inizia con una base ball e uno strike out. Il successivo battitore va in base a causa di una interferenza del ricevitore Pini. Cianci a questo punto si disunisce e comincia una sequenza di basi ball e rubate causate dai lanci imprecisi che permette al minerbio di segnare due punti e riempire le basi. Il Manager Giovanelli decide per il cambio con Fabbri, ma con le basi piene per Matteo non c'è molto da fare: alla prima occasione una nuova, ultima rubata porta al cambio campo per regola di punti. In attaco è l'ultima nostra possibilità per rimontare (il tempo è finito). Cianci batte alto e corto ed è facile preda del prima base che lo elimina al volo. Fabbri tocca dalla parte opposta, ma viene eliminato dall'assistenza 5-3. Pedrazzi va in base su ball. Nel box si presenta Pini: FUORICAMPO! la palla giunge in tribuna e se non ci fosse stato il muro della palestra avrebbe anche continuato, ma l'importante è che con questi due punti il Rimini passa in vantaggio e vince anche questo difficile incontro.


L'opinione di Cristian Giovanelli

"Nell'incontro contro il Ravenna nulla di particolare da sottolineare a parte le prestazioni personali di Francesco Ridolfi in attacco e soprattutto l'ottimo esordio di Matteo Fabbri sul monte. Nella seconda (Minerbio) sono costretto a porre l'accento sulle le prestazioni non tanto buone per mancanza di concentrazione dei lanciatori Pedrazzi e Cianci: come tutti noi sappiamo sono spesso entrambi determinanti nel bene e nel male, nel senso che quando entrano sistematici nella zona dello Strike non c'è n'è per nessuno (o quasi), ma a volte non riescono a far propria la concentrazione che serve e quando serve. Entrambi non male nel primo incontro, poi si lasciano prendere dall'ansia da prestazione nella seconda partita. Vero che di strike out ce ne sono stati parecchi, ma di questi non sono stati pochi quelli causati dall'eccessiva voglia di battere degli avversari che li ha portati in diverse occasioni a girare palle molto alte.

Dobbiamo imparare ancora a concentrarci meglio in difesa e quando le battute prospettano semplici eliminazioni, bisogna farle! Nel baseball un inning può andare bene e uno male, ma gli inning sono tanti, bisogna giocarseli tutti al meglio e vincere ogni inning sia in attacco ma sopratutto in difesa.

Oggi da sottolineare la bella prova di Francesco Ridolfi in attacco (che si ripete anche nella seconda partita, ndr), bene anche il fratello Nicola che con il suo out al volo se non ha salvato la partita poco ci è mancato, e naturalmente la svolta finale che ci ha visto vincenti all'ultimo inning con un fuoricampo di Romano Pini che sono convinto verrà ricordato a lungo, vista la dinamica della situazione in cui è avvenuto.

Inoltre non va dimenticato che oggi siamo riusciti a malapena a schierare una formazione (senza parlare dei ruoli saltati) avendo la squadra dimezzata dalle influenze di diversi giocatori.


HOME PAGE                            TUTTE LE NEWS                           NEWS RAGAZZI A