04 - 12 - 2011 Torneo Giovani Marmotte Under 11 (prima giornata)

L’incoraggiamento della Società ai Ragazzi e Ragazze Esordienti Under 11.

Con la partenza del Torneo Invernale 2011-2012 inizia una nuova avventura per i ragazzi e ragazze del Progetto 3...2...1...Sport!, ai quali auspichiamo che si aggiungeranno presto altri coetanei provenienti dal Progetto Scuole Elementari. La squadra è stata rinforzata da alcuni ragazzi con maggiore esperienza che nella prossima stagione saranno in età agonistica e che gli Allenatori potranno impiegare anche nella squadra “A”. La stagione indoor serve agli Allenatori per verificare la crescita di ogni singolo Atleta per la formazione delle Squadre 2012.

La prima giornata di gioco ha dato verdetti che possono sembrare scoraggianti, ma è stata la vostra PRIMA GIORNATA con la maglia, la pallina e la mazza da baseball! La prima giornata contro avversari più grandi (il regolamento lo consente), e già bravi a giocare. Giocando senza Lanciatore e con il Tee-ball, le altre squadre sono state MOLTO agevolate nei vostri confronti.

A tutti i “nuovi”, l’invito della Società a vivere questo Torneo come momento di formazione e di verifica del livello di apprendimento delle regole e della tecnica del gioco, senza patemi per i piccoli insuccessi di oggi.

Ai “veterani” diciamo invece di non mollare e non scoraggiarsi se i compagni attuali sono ancora così “acerbi”, e non caricarsi di eccessive responsabilità ma di fare al meglio ciò che già sanno fare in campo (in palestra per ora). E’ stato sempre così, all’inizio di un nuovo ciclo. Poi, con l’allenamento, con la passione, con la voglia di stare insieme si cresce e vengono anche il gruppo e i risultati. Anche durante il lavoro invernale è importante divertirsi, entusiasmarsi dei miglioramenti, prepararsi con costanza alla nuova stagione di baseball. I Genitori, gli Allenatori e i Dirigenti della Società sono qui SOLO per voi. Dopo le Festività Natalizie ci ritroveremo per la festa della Befana è sarà anche l’occasione per affinare i programmi e riequilibrare i gruppi di lavoro di Rimini e Spadarolo.

Tiziano Pellegrini


LA CRONACA DELLA GIORNATA

Gli Under 11 hanno incontrato i Falcons A e il S.Marino maschile. Dal punto di vista dei risultati non c’è stata, come ci si aspettava, storia. In entrambi gli incontri gli avversari siglano l’en plein (24 punti) contro i 4 totali della Pretelli Rimini. Visto l’alto numero di ragazzi che per la prima volta sono scesi in campo, ci sembra giusto soffermarci più del consueto nell’analisi delle partite, per far capire a questi nuovi giocatori e ai loro famigliari che la giornata è stata tutt’altro che un insuccesso…

La nostra Squadra: 5 ragazzi in età da minibaseball che hanno iniziato da un paio di mesi ad allenarsi; 1 ragazzo di otto anni che gioca da due, che solo da Gennaio potrà partecipare alla prima categoria agonistica, 3 ragazzi che giocano già da un paio d’anni con un anno alle spalle di categoria agonistica, 4 ragazzi in età coerente con l’under 11 che hanno anch’essi iniziato da un paio di mesi, una ragazza di 10 anni che ha iniziato da una settimana e un ragazzo del 2000, anche lui con i soliti due mesi di allenamenti.

Le Squadre avversarie: tutti ragazzi dai 9 agli 11 anni, molti con un anno di esperienza, tanti con almeno due anni. Nessuno sotto i 9 anni, nessuno alle prime armi.

Spiegata la logicità del risultato, ci si potrebbe chiedere perché schierare una squadra così “debole”… Perché al Rimini Riviera interessa sfruttare questi tornei di inizio stagione per far giocare i propri ragazzi con avversari più forti perché solo così si può crescere. I tornei con un valore oggettivo sono altri, e sono quelli dove il Rimini Riviera non ha rivali in Romagna e fa fatica a trovarne in giro per l’Italia. Non è piaggeria, è matematica e storia.

Scendiamo ora nei dettagli degli incontri. Tutti i ragazzi “nuovi” si comportano più che dignitosamente; chiaramente manca la tecnica per chiudere positivamente un’azione, ma le idee sul cosa fare quando si ha la palla in mano ci sono. Sfortunatissimo Giacomo Filippini, che viene sistematicamente eliminato al volo. L’abbiamo visto abbattuto a fine partite, ma giornate nere come le sue capitano, glielo confermiamo anche per iscritto, e coraggio che sicuramente la prossima volta le sua battute saranno fondamentali per marcare punti. Nota di merito per la piccola Giulia Sammaritani, che giocando esterno destro riesce in una clamorosa presa al volo che suscita un prolungato applauso di tutto il pubblico, compreso quello avversario.

I ragazzi con più esperienza (che comunque ricordiamo avere nove anni, nelle altre squadre sarebbero stati i "piccoli") si lasciano invece prendere dall’emozione e giocano un po’ imprecisi e impacciati in difesa e poco incisivi in attacco. Si distingue comunque Romano Pini, che mantenendo costantemente alta la concentrazione corre rapidissimo e reattivo sulle basi, partecipa attivamente a più di un’azione difensiva ed effettua diverse eliminazioni al volo non semplicissime. Per lui è solo da migliorare la precisione di tiro, ma gli allenamenti servono proprio a questo.

 

Tirando le somme, dunque, come già detto giornata nel complesso positiva e siamo più che certi che nel prossimo turno, complici avversari sulla carta meno impossibili e soprattutto due mesi di tempo a disposizione per Lorenzo Santarini (per due terzi della squadra significa raddoppiare l’attuale esperienza) la squadra saprà giocarsela anche dal punto di vista dei risultati, e non è affatto escluso che possano arrivare anche delle vittorie, si sta lavorando anche su questo obiettivo.

Stefano Pedrazzi

 


HOME PAGE                   SQUADRE                ARCHIVIO 2012