24 - 09 - 2012 Coppa Regione: i Piratini rimontano e vincono al primo extra inning

 

Successione punteggio

Riccione           441 120 0 = 12

Rimini Pretelli  430 140 1 = 13

 

 

Il manager Santarini prova per 6/9 la formazione tipo per il 2013, concendendosi ampio spazio per esperimenti e verifiche. Ne scaturisce una gara a tratti piacevole e ben giocata che fa ben sperare per i prossimi tornei indoor e, soprattutto, per la prossima stagione dove moti Piratini, possiamo dire ormai ex Esordienti, saliranno in Campionato come Squadra A.

Nei primi due inning, sul monte di lancio, si alternano Lorenzo Tufano e Umberto Frisoni che raramente, in campionato, sono stati chiamati a coprire questo ruolo per il quale occorrono allenamenti particolari. Entrambi faticano a trovare regolarità nei lanci e consentono al Riccione il punteggio pieno (8 punti) quasi senza battute valide.

La nostra squadra parte forte in attacco con Enrico Cianci (1/2) e Umberto Frisoni (1/3) che spingono a casa diversi punti per il parziale di (8-7) e, se non fosse per un veniale errore di valutazione del manager, la situazione a fine 2° sarebbe comunque di parità.

Nel terzo e nel quarto inning, sul monte sale il giovanissimo Davide Pedrazzi (classe 2003) che lancia molto bene e per due riprese tiene a freno le mazze riccionesi ottenendo ben cinque eliminazioni al piatto (2rl,5k,3bb,2h,2er). Il tifo si risveglia, in tribuna e in campo ma, in attacco, i Piratini sono poco selettivi sulle numerose palle alte del nuovo lanciatore, e non riescono ad approfittare della situazione. Alla fine del 4° inning il risultato si attesta sul 10-8 per il Riccione.

Al 5° inning, prossimi al termine di tempo, Santarini si affida a Enrico Cianci (classe 2002) per chiudere la gara (3r,6K,2bb,2v,1er). Il suo inizio non è fortunato perché subisce 2 punti ma, con gli uomini agli angoli, si riscatta alla grande con 2 K consecutivi. Il terzo out lo perfeziona Lorenzo Tufano in prima base sul parziale di 12-8.

Al Rimini spetta il 5° e ultimo attacco della partita, e i Piratini fanno un tifo da finale per i loro compagni che vanno in battuta. Con due eliminati e a tempo regolamentare scaduto, i ragazzi di Santarini si ricordano di avere uno Scudetto sul petto e iniziano finalmente a sfruttare ogni occasione concessa dagli avversari. Grazie a valide e basi ball segnano punti in successione Ridolfi, Gemmani, Pini e Panzetta, autore della valida fondamentale per il pareggio (12-12) che manda le squadre al 6 inning regolamentare.

Il manager Santarini lascia sul monte Cianci che, trovata fiducia, non concede più nulla e tiene a 0 gli avversari. Stessa cosa, però, vale anche per il pitcher del Riccione e, sulla perdurante parità di punteggio, l’Arbitro è costretto ad inaugurare il primo extra inning mentre incombe già il tramonto.

Al 7° Cianci è ben aiutato dalla difesa e la sua squadra non subisce punti.

Vanno allora in attacco i Piratini e si trovano ancora una volta con due eliminati. Ma Francesco Ridolfi guadagna caparbiamente la base ball e, grazie alla sua velocità ruba basi e sfrutta i lanci pazzi fino a segnare il punto della vittoria per il definitivo 13-12. I Piratini chiudono così il torneo esattamente come lo avevano iniziato: con una vittoria!

Per Santarini la squadra ha dimostrato di essere in crescita. In difesa, infatti, non ci sono stati solo errori (ma questi fanno parte del gioco), si sono viste due ottime coperture degli esterni Pietro Panzetta e Liam Baldini, con rilanci “al taglio” e successive eliminazioni dei corridori sulle basi. In campo interno sono migliorati tantissimo anche Riccardo Mariani e Silvano Insigne. Buonissima la prova di Romano Pini come ricevitore. In battuta, qualcosa di buono si è visto, ma possiamo fare molto di più.

Nonostante l’ottima prestazione in questo torneo di Coppa Regione, con due partite vinte e una persa di misura con i Falcons, è proprio questo scontro diretto che non consente ai Piratini di proseguire l’avventura di fine stagione.

Il manager Santarini è consapevole come ci sia tanto lavoro da fare, e a questo servirà la lunga stagione invernale che vedrà, tra conferme e nuovi inserimenti, nascere le nuove squadre 2013.


HOME PAGE                   RAGAZZI                 ARCHIVIO 2012