30 - 09 - 2012 Gli Allievi si fermano alla semifinale di Coppa Regione

 

Domenica 30 settembre sul campo amico di Rimini si è svolto il concentramento di semifinale di coppa regione 2012 categoria Allievi. Si sono affrontate la nostra squadra, il Castenaso e il Torre Pedrera Flacons che alla fine della giornata si è qualificata per il concentramento finale in virtu' delle 2 vittorie conseguite.


Prima partita:

Falcons            1 1 1 1 5 1 = 10

Rimini Pretelli 0 1 0 0 0 0 =   1

Zoffoli 8 Perazzini 1 (Bonemei) Pesaresi 6 Albini 5 Gabrielli 2 Ruggeri 3 Soatin 4 Solaroli 7 (Carlini) Arnold 9

Per quattro inning completi rimaniamo in partita (4 a 1), grazie a una grande prestazione sul monte di Enrico Perazzini che concede solamente 4 valide ai fortissimi battitori dei Falcons. I punti subiti sono ancora una volta frutto di disattenzioni della difesa. Per contro, il lanciatore avversario imbriglia le nostre mazze che producono la sola valida di Andrea Gabrielli e solo il solo punto segnato. Purtroppo è il 5 inning che si rivela fatale per la nostra squadra, che subisce 5 punti causa, come spesso è accaduto, della scarsa concentrazione sulle giocate difensive: sul monte, infatti, Federico Pesaresi (buona la sua prova) concede solo 2 valide, ma i 3 errori determinanti non lo aiutano nella maniera adeguata. Il sesto inning vede l'ottimo esordio sul monte di Enrico Soatin che chiude con un punto subito (anche questo non pgl), 2bb e 1k. Buona la prima per lui.

E' una costante di questa stagione, dice Di Fabio: in ogni gara abbiamo sempre 1 inning di black out fisico e mentale assoluto, che ci porta a fare errori banali e di conseguenza subire punti che, normalmente, non concediamo. Una certezza è che, oltre a lavorare sulla tecnica, dobbiamo lavorare anche sulla concentrazione che va tenuta alta tutta la durata della partita.


Seconda partita:

Rimini Riviera  1 0 0 0 3 1 = 5

Castenaso         1 0 3 0 2 x = 6

Zoffoli 8 Perazzini 6 Pesaresi 5 Albini 1 Gabrielli 2 Ruggeri 3 Soatin 4 Carlini 9 (Solaroli) Bonemei 7 (Arnold)

Usciti sconfitti dalla prima partita giochiamo subito (un panino e via) contro il Castenaso, con l'obbligo di vincere per sperare di continuare la nostra avventura in coppa Regione. Anche se, alla fine, sarà il Torre Pedrera a spuntarla, questa volta giochiamo bene fino alla fine, perdendo solamente di un punto, dopo avere sprecato anche qualche occasione per portare a casa la vittoria.

Il partente Stefano Albini lancia 4 ottime riprese (4k 3v 2bb), concedendo poco e niente agli avversari e soltanto (come sempre) gli errori di gioco ci puniscono oltre il dovuto. Dopo 4 inning completi 4 a 1 per gli avversari con le ns mazze ancora bagnate e poco produttive. Al quinto riusciamo a fare 3 punti per pareggiare la partita ma questo non basta perchè nel loro turno d'attacco gli avversari mettono in score altri 2 punti per il sorpasso (6 a 4). Iniziamo l'ultimo inning con un bel doppio di Andrea Gabrielli che arriva a punto su palla mancata dal catcher, ma la rimonta finisce qua i 3 k del lanciatore avversario portano il Castenaso a disputare la finale (poi persa) contro i Falcons.


Intervista al Manager Di Fabio

Con questa giornata si è chiusa la stagione 2012 per la squadra Allievi e un consuntivo è d'obbligo. E' stata una stagione altalenante, che ci ha visto protagonisti di buone partite ma anche di altre non all'altezza del nostro potenziale. Non deve essere una giustificazione, ma è anche vero che con un organico di 9 ragazzi al primo anno (il passaggio dalla categoria Ragazzi a quella superiore non è facile per nessuno, date anche le maggiori dimensioni del campo di gioco e qualche nuova regola mai applicata prima), abbiamo fatto quello che era nelle nostre possibilità, cioè aiutare a crescere ulteriormente gli "ex" ragazzi (Campioni d'Italia ndr.) e contribuire alla maturazione dei tre Allievi provenienti da un'altra società; Stefano (Teto), Federico (Pesa) e Enrico (Chicco) si sono, infatti, subito integrati con i compagni e, essendo i più grandi del gruppo, hanno sicuramente dato un ottimo apporto di esperienza e tecnica alla squadra.

Vorrei ringraziare, prima di tutto, i genitori che ci hanno supportato in tutto e per tutto: senza il loro prezioso contributo di volontariato (tornei, organizzazione, cene sociali e momenti di aggregazione) la stagione sarebbe stata piu' vuota. Ringrazio i dirigenti Roberto, Max, Roberta (abbiamo finalmente tutte le partite classificate, bravissima!!) che hanno accompagnato la squadra dal primo giorno di allenamento fino a domenica scorsa: Per la “logistica”, su tutti Enrico "The Machine" Bonemei (coadiuvato da Mauro R., Mauro Q., Fabio, Sauro, Bicio, Francesco e altri genitori di volta in volta aggregati.) uomo marketing, ma anche carpentiere, saldatore, e-scavatore, idraulico, giardiniere innaffiatore (con Toto) e chi piu' ne ha più ne metta: che con il suo lavoro ha fatto si che adesso quando le squadre vengono a giocare da noi tutti esclamano CHE BEL CAMPO!!.

Grazie ai miei preziosissimi allenatori Fabio, Lorenzo, Piero che mi hanno aiutato in palestra e sul campo. Viva le mamme tutte!! Tiziano e Riccardo: se abbiamo una grande società alle spalle è tutto merito vostro, non mollate!! A Stefano "Mister web" Pedrazzi: finalmente - e senza esagerare siamo in pochissimi in Italia - abbiamo un sito tutto nostro in versione Live e sempre aggiornato!! Vorrei fare a Teto, Pesa e Chicco, che passano CADETTI, tutti i miei migliori auguri per la nuova avventura nella categoria superiore (la faremo, nonostante le “cassandre”, siatene certi!): le qualità ci sono e non avrete nessuna difficoltà ad ambientarvi, mettete l’entusiasmo e la voglia di giocare al servizio della squadra e vedrete che i risultati arriveranno. Qui stiamo già lavorando per la prossima stagione che vi vedrà come tutti gli anni sempre protagonisti. Arrivederci al prossimo anno, dove saremo sempre più combattivi nel senso sportivo della parola, ma sempre rispettosi nei confronti degli avversari.

Ciao a tutti Antonio Di Fabio "Difa".


Una voce a titolo personale (di Tiziano Pellegrini)

Cari amici lettori di queste cronache sportive, vorrei aggiungere qualcosa di molto personale alle belle parole di Difa. Prima, però, desidero ringraziare a nome del Rimini Riviera Antonio, e con lui tutti gli altri Tecnici, per avere portato TUTTE le squadre fino alle SEMIFINALI, e per la capacità di fare gruppo dentro e fuori dal campo di gioco. Avremo occasione, prossimamente, per rispolverare degnamente questo argomento.

A titolo personale e su ben altro aspetto devo, invece, necessariamente e mio malgrado, soffermarmi a proposito della cronaca della partita inviata dal Torre Pedrera ai media specializzati (1). Si tratta di una cronaca che nasconde, e in modo nemmeno velato, atteggiamenti ingiustamente offensivi verso noi del Rimini Baseball e in particolare verso alcuni giocatori del Manager Di Fabio. Nulla da dire sul divario tecnico tra le due squadre, giustificato anche dalla differente età ed esperienza dei due organici, ma va sottolineata, se mai ce ne fosse bisogno, un’ostilità ingiustificata e a senso unico, nonostante i “buoni rapporti” che mi sono personalmente impegnato, da anni, a promuovere fra queste due importantissime realtà del movimento riminese giovanile. A riprova di ciò, gli accordi di collaborazione che in passato ci hanno spesso consentito di presentare squadre “miste” formate da Falcons e Pirati. Di più, sono fortemente convinto che, in unità d’intenti su progetti comuni sui modelli che abbiamo visto implementare in altri territori, gli Atleti riminesi avrebbero potuto competere a livelli ancora più alti in termini di risultati assoluti di squadra.

Questi alcuni passaggi lessicali che mi permetto di censurare:

“La prima sfida è con il Rimini, avversario visto più volte nella stagione e con elementi ben conosciuti”;…“Nelle prime quattro riprese la partita è equilibrata: i Falcons segnano un punto in ciascun attacco, grazie alle valide di Bertozzi (triplo e singolo), Ioli e Bektic, che volano poi a casa sui tre errori dei tre "ex", ciascuno dei quali regala un punto ai nostri”;…“Una buona prova per i nostri, che ancora una volta non si fanno prendere dall'emozione dell' "ex”.

Definire i nostri giocatori "elementi" lo considero offensivo, e sottolineare negativamente un giocatore di un'altra squadra va al di là della mera cronaca, sia pure di parte, dell’opinionista sportivo; etichettare come "ex" i ragazzi solo perchè sono passati a giocare nel Rimini, tentare di ridicolizzarli perchè hanno "regalato" punti (quando gli errori fanno parte del gioco del baseball), facendo palesemente intendere che a Rimini siano anche peggiorati nelle loro qualità, lo trovo privo di classe. Il concetto sportivo “dell’ex”, utilizzato all’inverso, denota la volontà di colpire tre ragazzi che hanno semplicemente fatto una scelta che, qualunque ne sia il motivo, va rispettata da tutti.

In sintesi ritengo che ognuno sia libero di esaltare le "proprie gesta" anche in versione mitologica, ma denigrare gli avversari non fa parte della mia e nostra cultura dello sport. Ognuno è anche libero di "fare la corsa" su chi vuole, e se noi del Rimini siamo un obiettivo da raggiungere e superare mi fa solo piacere. Il Torre Pedrera ha raggiunto ottimi risultanti in questa stagione, e ne sono personalmente contento, ma consentitemi di rilevare che, per raggiungere i podi e le vittorie ottenute dal nostro Settore Giovanile la strada è davvero lunga! E occorre anche ricordare che i passati successi dei Falcons, con l'esplosione di alcuni Atleti a valori assoluti del Baseball italiano e internazionale sono, oltre alla innata classe dei giocatori, il frutto del lavoro di un Gruppo Dirigente guidato da una persona, Luigi Bellavista, che ha fatto le cose con il cuore, e ha fatto della passione e dell’umiltà un esempio di come lavorare per il movimento. E, noi del Rimini, questi risultati li abbiamo sempre riconosciuti e condivisi con sana sportività!

Non è la prima volta e non forse non sarà purtroppo l'ultima, ma questo atteggiamento non giova a nessuno. Perciò, andando anche contro il mio solito stile, mi sono permesso di giudicare parole che ho letto e interpretato come particolarmente stucchevoli. Ognuno, leggendo, si farà comunque la sua idea.

 

Tiziano Pellegrini

Segretario Rimini Riviera Baseball e

Dirigente Franchigia Rimini Baseball

 

(1) L'articolo integrale QUI:

Romagnasport.com

Sportrimini.it


HOME PAGE                   ALLIEVI                 ARCHIVIO 2012