08 - 12 - 2011 Galà dei Diamanti

Dall'articolo di M. Caldarelli (FIBS) integrato con i resoconti di nostri partecipanti

E' stata una edizione da record del Gala dei diamanti, quella che è stata ospitata al Teatro comunale di Vicenza. Mario Chiarini (Telemarket Rimini) il giocatore più premiato. Tra premiati, accompagnatori ed appassionati sono arrivate in Veneto, secondo il conteggio ufficiale dei Vigili del Fuoco, ben 842 persone.

Un'affuenza record, oltre il doppio delle previsioni con una sala predisposta da soli 400 posti quando solo da Rimini erano state comunicate 70 presenze, cosa che ha costretto gli organizzatori a stravolgere il programma viste le cantinaia di persone rimaste fuori dal teatro. Inizialmente l'organizzazione proponeva di far entrare solamente un atleta e un dirigente per squadra lasciando fuori tutti gli altri, ma a fronte delle innumerevoli proteste (le delegazioni venivano anche dalla Sicilia!), si è utilizzata la sala del teatro da 900 posti per dar vita alla cerimonia vera e propria.

fonte immagine: FIBS.it
fonte immagine: FIBS.it

Ad aprire la giornata è stato il filmato con le immagini più belle della stagione ed è stato Alex Liddi a strappare il primo applauso alla platea. Intervistato da Gianluigi Calestani ha parlato della sua esperienza ("Ti sembra di essere sulla luna, ma poi ti abitui", ha detto) , poi è stato premiato dal presidente Fraccari per essere l'ambasciatore del baseball italiano.

Dopo i saluti del vicesindaco del comune di Vicenza, Alessandra Moretti, la manifestazione si è spostata al piano di sopra, nel Teatro Comunale, dove il presidente Fibs Riccardo Fraccari ha tenuto l'ormai tradizionale discorso di fine stagione.

Sul palco si sono poi alternati i protagonisti di un'altra stagione straordinaria: dagli organizzatori degli eventi che hanno avuto come teatro i diamanti italiani, alle cinque squadre che hanno partecipato alle World Series della Little League di baseball (partendo dai Senior del Friuli Venezia Giulia, arrivati in semifinale dopo aver battuto la rappresentativa delle Hawaii e dell'est degli Stati Uniti) e di softball. Come di consueto hanno fatto passerella sul palco della città veneta le squadre promosse, quelle che hanno vinto la Coppa Italia e ovviamente i campionati giovanili (tra cui, ovviamente, i nostri Ragazzi), ma anche i tornei AIBXC del baseball per ciechi, che hanno avuto come dominatori assoluti i Thunders Five Milano. Uno sei momenti più toccanti della giornata è stata l'induzione alla Hall of Fame di due campioni dei nostri diamanti, Paolo Ceccaroli (otto scudetti tra Rimini e Parma, due titoli europei in azzurro, con oltre mille presenze in A1 e 119 in azzurro) e Alessandra Cirelli (sei scudetti ed una coppa campioni) e dell'ex arbitro Francesco Neto, che vanta duemila gare dirette.

I migliori giocatori giovani della stagione sono risultati Priscilla Brandi del Caserta, alla quale è andato il premio Franca Orlandini e Mirko Caradonna del Nettuno, che ha ricevuto il premio Enzo Masci e la mazza d'oro offerta dalla Mine, mazza ufficiale degli azzurri da questa stagione.

Applausi scroscianti si è guadagnata la formazione del Des Caserta, che ha conquistato il terzo scudetto consecutivo nel softball. "quello di quest'anno ha un sapore particolare, perché conquistato con una squadra giovanissima", ha sottolineato il presidente Tarabuso, che ha chiesto un applauso per Mandy Pongs, la sua giocatrice che da qualche mese sta lottando con una brutta malattia.

San Marino superstar. La T&A San Marino ha fatto la parte del leone. Oltre a portare sul Monte Titano la coppa ed il defender che vanno alla squadra campione d'Italia e una targa assegnata per il campionato europeo per club, i ragazzi di Bindi (che ha festeggiato con una doppietta i diciassette anni sulla panchina sammarinese) si sono visti attribuite ben undici premi (su diciotto) per i baseball.it awards. A questi si è aggiunto il guanto d'oro per l'interbase Tony Granato; ma anche due mazze artigianali della Caesar Bat vinte da Vasquez e Ramos Gizzi. "E per il 2012 - ha sottolineato il general manager Mauro Mazzotti - il fatto di avere lo scudetto sul petto ci candida automaticamente a favoriti del torneo".

Non scordiamo infine i ragazzi dell'IBL2 franchigia Telemarket, quest'anno vincitori del loro campionato allenati da un Grande del baseball italiano: Mike Romano.

Pluripremiato. Super Mario Chiarini è stato il più decorato sul palco del Teatro comunale. L'esterno della Telemarket Rimini e neocapitano della nazionale italiana è stato insignito del premio Max Ott e della mazza d'oro della Mine, quale miglior battitore di scuola italiana, ha ricevuto il guanto d'oro ed è entrato nell'All Star team di Baseball.it

 

Sorelle d 'oro. Per la prima volta due sorelle, Michela e Stefania Vitaliani, bandiere del Fiorini Forlì, si sono aggiudicate un riconoscimento prestigioso come il guanto d'oro. Stefania è stata inserita anche nell'All Star softball.

Il premio speciale della stampa Gene Casatelli è andato alla Oldmanagency, rappresentata dal presidente Corrado Benedetti. Gli arbitri dell'anno sono risultati Pierfranco Leone, Luca Pavan e Marco Rossi per il baseball; Gianluca Magnani e Fabio Capitoni per il softball


HOME PAGE                   SOCIETA'                 ARCHIVIO 2012