12 - 05 - 2012 Nuova conferma per i Ragazzi di Piero Fabbri

Tutto come da copione per il secondo incontro Intergirone fra i Ragazzi del Rimini Riviera e il Cral E.Mattei di Ravenna. L’incontro termina 16 – 4 per il Rimini, ma ci sono stati momenti in cui le due squadre se la sono giocata alla pari, grazie ad una squadra avversaria tutt’altro che remissiva e complice un Rimini – come ci ha riferito Il Coach Baggio – distratto e convinto di scendere in campo per un allenamento o poco più.

Grosso errore, e infatti arriva la sacrosanta punizione: il primo inning termina 2 - 1 per il Rimini, con un Quercioli partente che chiude la ripresa sì con 3 strike out, ma concedendo 2 basi ball, una valida, e soprattutto complicando un po’ troppo la vita al ricevitore Zucconi, con conseguenti diverse basi rubate. Quindi ci si mette l’attacco che scorda di rilasciare il freno a mano prima di entrare nel box di battuta, e come detto ripresa giocata alla pari.

 

Nel secondo e terzo inning non c’è storia: Quercioli ritrova il ritmo, completando le sue tre riprese mettendo a segno altri 4 strike out, con 2 basi ball e nessuna valida concessa. Gli avversari riescono a segnare un unico punto.

 

Seconda parte della partita, spazio agli esperimenti e alle leve più giovani, e contrariamente a quanto ci si sarebbe potuti aspettare la partita non cambia assolutamente ritmo: ottimo segno, perché significa che i rilievi, a prescindere dai ruoli, lo sono solo di nome e sono tranquillamente in grado di gestire un incontro, quantomeno di Intergirone. Molto bene e - anche con un occhio ai prossimi Tornei estivi - soprattutto rassicurante, viste le regole che impongono sempre rotazioni importanti in batteria.

 

Quarto inning. Sul monte di lancio sale Zucconi (2K 2BB 0V): bene, anche se Samuele dimostra di sentire tanto l’incontro. Nei try-out per il Mundial Hit, oltre a passare la prima fase delle selezioni, Zucconi ha lanciato a 63Mph: quando la sua emotività sarà più sotto controllo, i risultati da buoni diverranno eccellenti. 

 

Nel quinto tocca a Cianci (2K, 1BB, 1V). A fine incontro per lui i complimenti dell’Ufficiale di Gara Tulli, che oltre ad essere arbitro è anche un valido allenatore e praticante i campi da 40 anni. Sempre nella quinta ripresa il black-out totale dei lanciatori ravennati: limite dei quattro punti raggiunto esclusivamente su basi ball, sette alla fine della ripresa.

 

Ultimo turno in difesa per il Rimini e Piero Fabbri, con la tranquillità del risultato matematicamente raggiunto, schiera un diamante completamente rinnovato. Lancia l’Esordiente Pedrazzi, con in prima base un Alex Baggio infortunato non in grado di tirare, in seconda troviamo Mariani (Esordiente al primo anno), Interbase Frisoni (al primo anno in squadra “A”), Terza base Tufano, anch’esso Esordiente, e Ricevitore il collaudato Severi. Il Cral Mattei segna un unico punto (onestamente un po’ pochino) e soprattutto si dimostra nel box un po’ troppo “goloso”, tanto che Pedrazzi chiude la sua ripresa con addirittura 3 strike out (!) nonostante le palle sul piatto non fossero precisissime.


Per la nostra difesa e per l’attacco niente da segnalare, nel senso che il Ravenna in attacco riesce a fare pochissimo gioco, ma quando batte, batte valido con i nostri che non possono far altro che giocare di semplice rimessa, mentre in difesa concede tante, troppe basi ball che con i cinque colpiti sono state, in effetti, causa preponderante nel determinare il risultato finale.

 

Successione punteggio

Ravenna   1  0  1  0  1  1

Rimini      2  4  4  2  4  x


HOME PAGE                   RAGAZZI                 ARCHIVIO 2012