11 - 06 - 2012 I piccoli della Pretelli tornano a convincere

I ragazzi del Gruppo Esordienti portano a casa...

...l'ennesima vittoria del campionato, ma soprattutto tornano a far vedere un bel gioco sia in attacco che in difesa, vanificando gli sforzi di un Cesena che anch'esso batte e difende bene, e che nonostante le apparenze del punteggio si è dimostrato tutt'altro che una squadra "materasso". Semplicemente i nostri ragazzi hanno giocato la loro miglior partita della stagione, e speriamo che continuino così.

Prima della cronaca un augurio di pronta guarigione per Gianluca Milone, che infortunatosi ad un braccio (gesso per tre settimane: brutta caduta da una altalena) ha voluto comunque essere presente alla partita come spettatore, e vista la trasferta a Cesena un grande, grosso grazie anche alla sua famiglia che lo ha accompagnato.

La partita inizia, come spesso accade, contratta in battuta, tanto che dopo i primi due inning la situazione è di 1-1. I nostri girano troppo spesso a vuoto, gli strike-out impazzano e chi tocca lo fa timidamente. Gli Elefantini invece toccano sempre, ma la nostra difesa ferma tutto e soprattutto chiude regolarmente le assistenze in prima. Insigne gioca sicuro e i suoi compagni intercettano senza problemi e possono dunque assistere con calma, senza il patema della palla veloce e perfetta, e così riescono a tirare (ovviamente!) veloci e precisi.

Dal terzo inning i nostri dilagano: nell'ordine vengono segnati 3, 4, 4 punti. E' successo di tutto: Pedrazzi e Pini battono anche due fuori campo interni, Francesco Ridolfi batte (purtroppo in foul per pochi centimetri) una palla che nel nostro campo avrebbe superato la recinzione esterna, i più piccoli arrivano in base e anche quando non ce la fanno comunque guadagnano punti RBI (punti che entrano grazie alla battuta) e anche i ragazzi più grandi, ma meno esperti, toccano diverse radenti che spesso superano il diamante. Nel frattempo gli Elephas mancano un paio di volate e altrettante assistenze in prima, ma sono solo questi gli aiutini che riceviamo.

In difesa, come dicevamo, la squadra non commette errori, e inoltre gioca veramente bene di rimessa: gli esterni non bucano niente, e quando capita di essere sorpassati da una volata scattano per il recupero ben prima che la palla tocchi terra, limitando considerevolmente i danni. Da segnalare una lunghissima battuta degli avversari (il campo del Cesena, ricavato da un campo regolamentare, praticamente non ha barriere di recinzione) che l'esterno sinistro Nicola Ridolfi raccoglie, taglia a Pedrazzi che nel frattempo si è spostato all'altezza di un normale esterno lungo, e da qui lancia a casa base raggiungendola senza rimbalzi! Il ricevitore Romano riesce a fermare la palla, ma il battitore riesce comunque (e meritatamente) a segnare il punto, e anche per il Cesena c'è un bel fuori campo interno da mettere nel carniere.

L'azione descritta è avvenuta nella quinta ripresa, dove il Cesena ritrova l'orgoglio e marca 4 punti, anche aiutato da una difesa già rilassata per il risultato acquisito.

Altra azione difensiva degna di nota una bella eliminazione in terza (colto rubando) ad opera del ricevitore Mariani che recupera velocemente una palla persa e assiste un bravo Romano che riesce ad anticipare di un soffio la scivolata del corridore.

Ed ora la ciliegina sulla torta. Oggi ha esordito tra i Piratini Matteo Fabbri, unitosi al gruppo solamente da tre settimane. Per lui un egregio 2/2 in battuta (singoli) e soprattutto due pregevoli giocate in difesa: in posizione esterno centro, ferma una rimbalzante e prontamente rilancia bene in terza bloccando un possibile punto avversario, quindi, in posizione seconda base, effettua una tutt'altro che facile presa al volo e poi assiste in prima riuscendo ad eliminare (doppio gioco!) il corridore che nel frattempo si era staccato senza riuscire a ritornare in tempo sul cuscino. "Sono incredulo dei risultati, soprattutto sulle giocate difensive di rimessa - ci dice il manager Lorenzo Santarini -...ho chiesto al padre se Matteo, classe 2002, avesse già giocato in qualche squadra: un conto è battere o fermare una palla di istinto, un altro è sapere cosa farci dopo averla presa, e la risposta è stata che il ragazzo gioca sì da tempo a baseball, ma alla consolle, e anche che segue tante partite in televisione...". Beh... Se non esagera, che contini pure nei suoi hobby!








Successione punteggio

Pretelli Rimini Riviera  1 0 3 4 4 0 = 12

Elephas Cesena             0 1 0 0 4 0 =  5

 

Prossima partita, lunedì 18 in casa contro i Goti di Godo.

Continuate così, ragazzi! 


HOME PAGE                   RAGAZZI                 ARCHIVIO 2012