25 - 06 - 2012 Gli Esordienti continuano a vincere

Prova convincente quella di oggi contro il Rimini 86. Le battute timorose e gli strike-out dell’andata sono stati un ricordo, e la difesa ha giocato sicura. Gli avversari, invece, sono parsi appannati in attacco: le mazze avversarie, tranne un buon exploit a giochi oramai chiusi, hanno impegnato poco i nostri esterni e le valide nette non sono state certo molte. Migliorata, invece, la difesa: qualche eliminazione in prima, ma soprattutto buon reparto out-field, con rimesse sicure e notevoli limitazioni negli avanzamenti dei nostri corridori.

La prima ripresa inizia molto male per la Pretelli Rimini: tre errori banali e consecutivi ci costano tre punti. Abbiamo poi scoperto più tardi che Davide Pedrazzi è stato vittima di un intenso, ma fortunatamente breve, ritorno dei disturbi intestinali che l’avevano tormentato per l’intera mattinata, e dunque per questa volta giustificazione accettata. Ad ogni modo ci pensa il bravo prima base Silvano Insigne a dare una mano al compagno, riuscendo comunque alla fine ad intercettare le difficili assistenze “viziate” dai crampi allo stomaco di Davide…

In attacco si martella forte, anche se per arrivare a segnare i due punti che ci portano vicini al pareggio si fatica non poco: una bella radente di Pini, ad esempio, viene bloccata dall’esterno sinistro del Rimini 86 che obbliga il nostro giocatore a fermarsi in prima quando già si stava pregustando un bel triplo.

Nelle riprese successive la musica fortunatamente cambia: la nostra difesa gioca sempre tranquilla, regala quasi nulla agli avversari che terminano a zero le loro successive tre riprese; in attacco prosegue la costanza in battuta, con la parte alta del line-up che fa regolarmente correre gli esterni a recuperare le palline che si fermano contro la recinzione, e con i ragazzi meno esperti che riescono spesso ad arrivare in base.

Da segnalare, nel frattempo, una lunga volata di Pedrazzi che sul filo del foul di terza arriva a poco più di un metro dalla recinzione. Il miglior battitore è però Romano Pini, che non solo batte sempre lungo, ma anche forte e teso, rendendo dunque impossibile qualunque tentativo di eliminazione al volo. La difesa avversaria ci aiuta poi in qualche occasione mancando delle prese al volo non impossibili all’altezza della parte esterna del diamante, e così vengono marcati altri 4, 3, 4 punti.

Nella quinta ripresa i battitori del Rimini 86 finalmente si svegliano e rivediamo le battute che tanto ci avevano impensierito un paio di mesi fa e, complice anche la rilassatezza del risultato acquisito matematicamente (13-3) che rallenta e ingarbuglia un po’ le nostre azioni difensive, gli avversari segnano altri tre, meritati, punti.

La Pretelli Rimini ne segna altrettanti nella parte bassa della ripresa, quindi nuovamente niente da fare per il Rimini 86 nel sesto ed ultimo inning.

Buona la prova anche dei nostri rilievi Fabbri, Halili e Sammaritani che entrano nella seconda parte della partita: giungono in base, corrono bene e segnano. Come già detto la difesa non ha lavorato molto, per cui un meritato bravo a tutti: questo complimento può sembrare strano, ma mantenere alta la concentrazione quando le palle non arrivano non è semplice, e se riesci a fare una buona giocata sull’unica palla che ti arriva in tutto l’incontro significa che hai giocato veramente bene…


Successione punteggio

Rimini 86                        3 0 0 0 3 0  =  6

Pretelli Rimini Riviera   2 4 3 4 3 x  = 16

 

Prossima partita, lunedì prossimo, sul campo di Villa Verucchio dove incontreremo il Valmarecchia.


HOME PAGE                   RAGAZZI                 ARCHIVIO 2012