14 - 04 - 2013 Seconda battuta d'arresto per i Ragazzi "A"

I Piratini di Cristian Giovanelli non brillano nella terza di campionato, e sul campo del Torre Pedrera Falcons perdono 7-2, un risultato che rispecchia i valori mostrati in campo. Tecnicamente le due squadre sono simili, la differenza l’hanno fatta grinta e concentrazione. I ragazzi hanno toccato spesso, ma solo in un paio di occasioni il diamante viene superato. Per il resto abbiamo visto tante, timide rimbalzanti che l’attenta difesa avversaria si permetteva anche di attaccare per poi assistere sicura verso la prima base.


La formazione partente:

 Cuanci 1, Frisoni 2, Tufano 3, Pini 4, Pedrazzi 5, Panzetta 6, Fabbri 7, Ridolfi 8, Baldini 9. Entrato successivamente Insigne.

 

Successione punteggio:

Rimini          1 0 0 1 0 1 = 2 

TP Falcons  2 0 3 1 0 1 = 7 


La partita

Nella prima ripresa i Piratini iniziano bene, con un punto portato a casa senza valide: Lorenzo Tufano va in base su base ball, quindi ruba seconda e terza, poi su lancio pazzo segna. In difesa il nostro partente Enrico Cianci fatica a trovare l’area dello strike, concede due valide e una base ball che valgono 2 punti per i Falcons, ma soprattutto per chiudere la ripresa impiega ben 20 lanci.

Secondo inning senza punti per entrambe le squadre. Per i nostri il rimpianto di aver saputo spingere solamente sino alla terza Davide Pedrazzi, che viene colpito nel box, quindi in rapida sequenza assistiamo a due eliminazioni in prima (con avanzamento) e a uno strike out.

Nella terza ripresa, Cianci sorpassa i 40 lanci e la stanchezza obbliga il manager a due visite sul monte, con conseguente sostituzione con Pietro Panzetta che eredita una situzione certo non piacevole, con due out e basi piene. La partenza a freddo si fa sentire, e i falchetti lo toccano tre volte prima del K che fa finire la ripresa, ma con ben tre punti entrati per il provvisorio 5-1.

Quarta ripresa e cambio obbligato di lanciatore anche per i Falcons. Subiamo tre strike out (alla faccia del rilievo!), ma nel contempo grazie ad un errore della difesa Umberto Frisoni giunge salvo in prima, quindi prosegue senza problemi sino alla seconda, e poi ci pensa Matteo Fabbri a portarlo a casa con una bella linea che passa tra l’interbase e il terza base. Anche i Falcons segnano un punto, e la differenza punti resta invariata.

Quinta ripresa. Il nostro attacco non produce nulla, subendo tre eliminazioni tutte ad opera dell’attenta difesa avversaria. In difesa Panzetta comincia a perdere di incisività e per il Rimini Riviera è la volta, per salire sul monte, di Davide Pedrazzi. Per lui c’è da affrontare la parte bassa del line up avversario, e gli bastano 10 lanci per chiudere l’inning, con due strike out e un’assistenza 1-3 (lanciatore-prima base, n.d.r.).

Il sesto attacco per il Rimini Riviera inizia bene, con una linea di Pedrazzi che il seconda base avversario riesce solo a rallentare, ma purtroppo ci si ferma qui, con i successivi battitori che vengono eliminati senza troppi complimenti. La partita sarebbe virtualmente terminata, con il solo ultimo attacco Falcons da giocare, ma di comune accordo si decide di continuare per far giocare un po’ di più i ragazzi. Questa volta per Pedrazzi è da affrontare la parte alta del line up, e dopo un out al volo è la volta di due doppi consecutivi che valgono il settimo punto per i Falcons, quindi uno strike out e l’ultima, definitiva, eliminazione in prima.

Dobbiamo lavorare, e molto, sull’attacco – dice il Manager Giovanelli – abbiamo subito ben nove eliminazioni ad opera della difesa a fronte di tre valide messe a segno, e questa se da un lato significa che l’occhio sulla palla comincia ad esserci, altrettanto non può certo dirsi sulla efficacia delle nostre toccate.

Prossimo incontro, domenica prossima, alle 16.00 in casa contro il S.Marino “B”. Forza Piratini!


HOME PAGE                              NEWS RAGAZZI