24 - 04 - 2013 Vittoria sofferta a Imola per l'Under 21

 

Con una formazione ancora più rimaneggiata a causa della concomitanza degli incontri di IBL1 a Ronchi dei Legionari, il Riccione Under 21 ha disputato forse la più brutta partita che si ricordi di questa categoria; era successo che i lanciatori non fossero in giornata, che l’attacco non abbia funzionato bene e che la difesa non abbia brillato, ma tutti e tre gli elementi in un singolo incontro non si era mai visto.

Sempre senza un catcher di ruolo, la formazione messa in campo dal manager Zucconi aveva comunque i presupposti per poter far bene contro una squadra certamente non irresistibile. Con buona parte degli atleti che ha fatto molto bene domenica 21 contro il Rovigo in IBL2, si è visto una squadra disattenta e incapace per 6 inning di mettere a frutto i fondamentali di cui invece dispone.

 

I dati fino a quel momento dicono 4 punti a 1 per l’Imola, 3 battute valide a 1 sempre per l’Imola e 7 errori a 1 invece per i romagnoli. Per fortuna l’amor proprio ha preso il sopravvento facendo ribaltare il risultato all’ultimo attacco.

Questa la formazione riccionese partente:

8/rf JACOPO PELLEGRINI (1/3); 24/3b CIANCI (0/4); 20/ss LORENZO DI RAFFAELE (2/3); 62/lf PAPINI (0/4); 51/cf BABINI (0/2); 36/1b NORRI (0/1) ; 12/c SOATIN (1/3); 25/p LUCA DI RAFFAELE (0/1) (ALBANI 0/2); 2/2b MULARONI (0/2).

            Punteggio:

            Riccione  0 1 0 0 0 0 4 = 5 4v 7e          

            Imola      3 0 0 1 0 0 0 = 4 3v 3e

                 

Prestazione lanciatori      RL H R ER BB SO 

DI RAFFAELE L.            1.1 0  3   0    5    3

ALBANI                            1.2 2  0   0    0    0

PAPINI Mattia                 1.0  0  1   0    1    2

NORRI Alessandro          3.0  1  0   0    0    6

Partente sul monte Luca Di Raffaele mentre a ricevere l’altro Luca Soatin; il nostro primo attacco non produceva nulla se non un uomo rimasto in base; invece l’Imola sfruttava diligentemente quanto regalato dal pitcher del Riccione e dalla difesa: con un uomo in prima per base ball, Di Raffaele tentava il pick-off dove Norri non riusciva a fermare il tiro consentendo l’arrivo in seconda; con un’altra base ball ed un lancio pazzo le basi occupate erano la terza e la seconda. Con due out una palla rimbalzante per il facile terzo out veniva raccolta da Mularoni scoordinato che tirava nei piedi del prima base, consentendo la prima segnatura imolese. Sempre con la terza occupata grazie ad ulteriore lancio pazzo l’Imola raddoppiava e metteva ancora un uomo sulla terza base. Di nuovo una base ball e, nel tentativo di rubata della seconda la difesa del Riccione non riusciva a svolgere il compito indicato dal manager di intercettare la corsa dell’uomo che correva verso casa base, segnando il terzo punto. Uno strike out riusciva achiudere il primo attacco emiliano.

  

Subito al secondo attacco il Riccione riusciva ad accorciare con Battista Babini che in base su ball rubava in sequenza la seconda e la terza, arrivando a casa sul fallito tentativo di eliminarlo da parte ricevitore avversario. L’attacco imolese invece non riusciva ad incrementare il vantaggio anche se a basi piene e con il cambio sul monte con Andrea Albani che faceva battere una rimbalzante sull’hot corner dove Giulio Cianci raccoglieva per l’out a casa base.

 

Nel terzo inning solo l’Imola riusciva ad andare in base grazie ad un paio di valide che però non fruttavano alcunché.

 

Al quarto la ripresa cominciava bene con un doppio di Lorenzo Di Raffaele che spediva la pallina alle spalle dell’esterno sinistro; veniva spinto in terza dalla rimbalzante di Mattia Papini sul prima base, poi il gioco sulle basi spinto da Norri arrivato in base su ball, che voleva costringere la difesa alla ballerina per consentire la segnatura a Di Raffaele, non è riuscito per incomprensioni finendo out a casa. L’Imola invece sfruttava le occasioni fornite dalla difesa riccionese con papini salito sul mound, prima con una rimbalzante che Cianci non riusciva ad afferrare, seguita da un’altra che Lorenzo Di Raffaele all’interbase raccoglieva ma assisteva fuori dalla portata di Norri facendo arrivare gli uomini in seconda e in terza. Un lancio sbagliato di ritorno al pitcher consente la quarta segnatura per un incredulo Imola che ringraziava per tutti gli errori commessi.

 

Al quinto Zucconi per cercare di raddrizzare la partita metteva Norri a lanciare, e mentre in difesa le cose sono migliorate sia al quinto che al sesto l’attacco era infruttuoso.

 

Si è arrivati così al settimo: inizia Babini che alza una palla sull’esterno destro che sbaglia clamorosamente facendolo arrivare in seconda; con due lanci pazzi consecutivi Babini completa il giro delle basi per il 4 a 2. Norri va in prima ancora per ball, poi Soatin tocca una palla profonda in diamante dove l’interbase arriva a prenderla ma non ha il tempo per assistere in prima. Con uomini in prima e seconda ed un solo out il gioco obbligato per spostarli avanti è il bunt che Federico Mularoni eseguiva perfettamente. La successiva valida di Jacopo Pellegrini in mezzo agli esterni fruttava i punti del momentaneo pareggio; a quel punto il primo obiettivo era raggiunto. Cianci batteva sul seconda base che perdeva la pallina; due uomini in base e alla battuta Lorenzo Di Raffaele; l’interbase si ripete come al quarto e spara un doppio oltre gli esterni mandando Pellegrini a segnare il punto del sorpasso; Papini è il terzo out. All’ultimo attacco dell’Imola Norri sbarra direttamente la porta con due strike out ed un’assistenza in prima per una battuta su di lui che chiude la partita con una vittoria voluta fortemente dall’orgoglio.

 

Da segnalare nel box di battuta, il 2 su 3 di Lorenzo Di Raffaele.


HOME PAGE                              NEWS UNDER 21