25 - 07 - 2013 Ragazzi, torneo di Pesaro


Prima Giornata             Seconda Giornata             Terza Giornata             Conclusioni


Il “Summer Tournaments 2013” dei Ragazzi prosegue con il Torneo di Pesaro, dove si incontreranno, oltre al Rimini Riviera, Il Godo, il S.Marino, il Fano e naturlamente i padroni di casa del Pesaro. La prima giornata si conclude per noi con una gara persa (malamente) contro il S.Marino e una gara vinta (in scioltezza) contro il il Godo.

Prima giornata - gara 1 - S.MARINO

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

9 Mariani (1/3), 5 Panzetta (0/1) - (Insigne 0/1), 1 Cianci (1/2), 6 Frisoni (1/2), 7 Fabbri (0/1),

2 Pedrazzi (2/2), 3 Baldini (1bb) - (Tufano 0/1), 8 Ridolfi (0/1), 4 Pini (0/1) 

       

       Sequenza punteggio                    R   V   E

       S.Marino               0 4 0 2             6    2   0

       Rimini Riviera      0 4 0 0             4    5   2

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       CIANCI Enrico                2.0  3   2  5   0

       PANZETTA Pietro          1.2  2   0  4   0 

       PEDRAZZI Davide          0.1  0   0  0  0

 

Il nostro monte di lancio fa e disfa, l’attacco non risponde quando deve, e la prima partita vede un S.Marino prevalere su un Rimini Riviera cui la testa gioca un pessimo scherzo.

Nel primo inning partiamo bene, con un Cianci sul monte che liquida senza problemi la prima terzina del lineup avversario e con un attacco che pur non marcando punti comincia a farsi sentire con una valida di Cianci.

La seconda ripresa è da incubo per entrambi lanciatori, e sia il Rimini che il S.Marino marcano 4 punti. Cianci concede subito una valida, che poi si trasforma in doppio a causa di un errore. Il corridore, nei lanci successivi, si allontana di parecchio dal cuscino e il ricevitore Pedrazzi tira in seconda per l’eliminazione. L’uomo (è una ragazza, ndr) tenta di rientrare e viene praticamente colto fuori, ma Pini si lascia sfuggire la palla per un istante, e così scatta la ballerina che ritarda solamente di qualche secondo l'out. Dopo questa eliminazione parte una raffica di basi ball inframezzate da una seconda valida. Meglio non va al partente avversario: Pedrazzi batte valido, poi due basi ball, poi altra valida di Mariani, poi altre due basi ball, poi altra valida ad opera di Frisoni.

Sul 4 pari inizia la terza ripresa, e Panzetta rileva Cianci. Anche per lui ottimo inizio e con soli tre uomini che si succedono nel box di battuta. In attacco partiamo molto bene: Fabbri va in base su ball, poi Pedrazzi sorprende il diamante avversario con un bunt perfetto che gli permette di arrivare salvo in prima oltre che a spingere Matteo in seconda. Con Tufano (entrato al posto di Baldini) nel box, un lancio pazzo permette ai corridori di avanzare in seconda e terza base, e sempre zero out. Tufano tocca verso la terza base, ma inspiegabilmente a metà corsia ferma la sua corsa, la riprende solo dopo le incitazioni del suggeritore Dodo Uberti, ma oramai è tardi per recuperare e infatti viene eliminato in prima. Nel box si presenta Ridolfi, riceve base ball e il rammarico per la giocata precedente è ancora più forte, perché di fatto abbiamo perso un punto che sarebbe entrato automaticamente. Il gioco prosegue con Pini e Mariani, i quali purtroppo vanno entrambi strike out guardando la palla, e la ripresa si conclude con un mesto zero nello score.

Quarta ripresa. Panzetta inizia molto bene, con due strike out. Poi, la crisi: Pietro non riesce più a cogliere l’area dello strike, mette in base tre uomini con altrettante basi ball ed entrano due punti su lancio pazzo. A questo punto Pedrazzi prende il posto di Panzetta, e la terza eliminazione giunge al secondo lancio, con una presa al volo dell'esterno centro Ridolfi. Il nostro ultimo attacco è sterile: tre uomini e tre eliminazioni (la terza una gran presa al volo in foul del ricevitore) mettono fine ad una partita dove i nostri ragazzi hanno, spiace dirlo, deluso per il fatto di non aver saputo tirare fuori carattere e testa quando ce ne era più bisogno, cosa che invece è stata la loro dote più importante nel finale di regular season nel campionato federale.


 

Prima giornata - gara 2 - GODO

Questa la formazione partente del Rimini Riviera:

9 Mariani (0/1), 7 Fabbri (0/1)- (Tufano), 6 Frisoni (2bb), 4 Cianci (1bb+1c), 1 Pedrazzi (0/2),

6 Panzetta (0/2) - (Bruno), 8 Ridolfi (2bb) - (Crescentini), 3 Baldini (1bb) - (Insigne, 0/1), 2 Pini (0/1)

       

       Sequenza punteggio                    R   V   E

       Godo                      0 0 0 2             2    1   1

       Rimini Riviera      4 1 4 x             9    0   1

       Prestazione Lanciatori:   RL K V BB C

       PEDRAZZI Davide         2.0  3   0   1   0

       CIANCI Enrico                1.0  2   0  0   1 

       MARIANI Riccardo        1.0  2   1   1  0

 

Un Godo irriconoscibile rispetto quello visto in regular season (orfano però, oltre che di Samuele Galli impegnato a Taiwan nel Mondiale Under 12, anche di tutti i giocatori all'ultimo anno) non impensierisce i nostri Ragazzi. Ne fuoriesce una partita noiosa e con un'unica valida, proprio del Godo.

Il partente Pedrazzi nelle sue due riprese mette a segno 3 strike out e il resto del lavoro lo fa una buona difesa, con due out in prima e una presa al volo. In attacco marchiamo 4 punti nella prima ripresa e 1 nella seconda, come già detto senza valide e sfruttando unicamente le basi ball e i lanci pazzi.

Nella terza ripresa Cianci rileva Pedrazzi. Anche per lui 2 strike out e un out della difesa. In attacco segnamo altri 4 punti per la vittoria matematica, questa volta aiutati anche da due errori della difesa avversaria.

Nella quarta ripresa, a giochi fatti, è la volta di Mariani a salire sul monte, e il Manager Giovanelli ne approfitta anche per dare un po' di respiro a chi ha sempre giocato. Anche per Mariani ci sono due strike out: la sua palla "che_non_arriva_mai", ma alla fine è sempre strike, mette a dura prova i battitori avversari che come spesso accade in questi frangenti mancano della pazienza di aspettare e finiscono quasi sempre fuori tempo. Tuttavia una bella linea incassata al primo lancio, un errore della difesa e qualche lancio pazzo permettono al Godo di segnare un doppio punto della bandiera. Per raggiunto limite di tempo, vista la vittoria matematica il Rimini Riviera non gioca il suo ultimo attacco, e la partita si conclude 9-2. 

Domani ci aspettano due partite non impossibili, ma importantissime ai fini della classifica: con il S.Marino proiettato dalle due sue vittorie odierne al primo posto nel girone, è indispensabile arrivare nello stesso secondi o terzi per poter giocare la semifinale 2°-3° posto che permetterà alla vincente di disputare la finale per il 1° e 2° posto definitivo.


Prima Giornata             Seconda Giornata             Terza Giornata             Conclusioni


HOME PAGE                              NEWS RAGAZZI