26 - 05 - 2013 Prima di ritorno per il Rimini di IBL2 a Sala Baganza

Non riesce il colpo della doppietta al Rimini di IBL2, sul campo di Sala Baganza e cancellare così una delle sconfitte subite all’andata. Le due formazioni si sono nuovamente spartite la serie. Il Rimini, con l’organico per una volta al completo, si aggiudica con facilità la prima e combatte fino agli extra-innings nella seconda. Incontri dai due volti con i romagnoli concreti e cinici nella prima partita, addormentati inizialmente nella seconda dai lanci del partente emiliano con improvviso risveglio e lotta finale oltre i tempi regolamentari.

Primo incontro

Questa la formazione partente del Rimini IBL2 nel primo incontro:

15/ss FABBRI; 54/3b DI FABIO; 50/c CIT; 27/1b PANDOLFI S; 10/lf BACCELLI; 34/cf CELLI; 61/dh GALLUZZI S; 51/rf BABINI B; 62/2b PAPINI; 36/p NORRI

          

            Sequenza punteggio          R  H  E

Rimini Riviera 2 0 0 0 2 3 3 0 0 - 10 12 1

Sala Baganza  0 0 1 0 0 3 0 1 0 -   5 15 3

La prestazione dei lanciatori:

Rimini Riviera       ip  h r er bb so wp bk hbp ibb ab  bf  fo go

NORRI             W 5.0  9 1  1   2   6   0    0    1    0   21   24  4   2

RICCI MASOTTI 3.0  6 4  4   4   4   0    0    1    0   14   19  2   2

DI RAFFAELE      1.0  0 0  0   2   1   0    0    1    0    3     6  2   0

Primo inning e il Rimini parte subito all’arrembaggio, base a Fabbri e bunt a sorpresa di Di Fabio portano due uomini in base; una palla mancata del ricevitore li fa avanzare di un’ulteriore base. A questo punto viene chiamata almeno una volata a Cit che prontamente risponde consentendo il primo punto di Fabbri. In terza su lancio pazzo Di fabio segna sulla profonda battuta in diamante di Simone Pandolfi. In vantaggio 2 a 0 il Rimini presenta sul monte Alessandro Norri che per i primi due inning concede qualcosa ma nel momento cruciale chiude bene le riprese con uno strike out ed una facile presa al volo.

  

Al terzo il Sala accorcia le distanze trovando due buchi nelle maglie difensive riminesi con due doppi ma anche qui Norri chiude con un K la ripresa per l’unico punto subito dal partente riminese.

  

Dopo un quarto inning a vuoto per entrambe le formazioni il Rimini affonda l’attacco decisivo e segna altri due punti con Papini che batte valido a sinistra e ruba la seconda, il bunt di sacrificio di Fabbri consente a Papini di giungere in terza e lo stesso Fabbri però arriva salvo su errore del lanciatore. Un lancio pazzo fa avanzare tutti di una base, per il primo punto; il lungo doppio di Di Fabio spinge a casa anche Fabbri per l momentaneo 4 a 1.

Conclusa al quinto la prova di Norri che tiene ancora a 0 l’attacco emiliano, il Rimini al sesto sul rilievo Pizzarrotti che sostitutiva Bova, con ulteriori tre punti chiude praticamente l’incontro: Stefano Galluzzi con un out riceve la base ball, Battista Babini con un singolo che si trasforma in un doppio per l’errore dell’esterno centro, lo spinge in terza; Fabbri batte ancora valido e porta tutti e due a casa. Dopo aver rubato la seconda segna il terzo punto sull’ulteriore valida di Di Fabio. Sul punteggio di 7 a 1 tocca a Ricci Masotti affrontare le pericolose mazze salesi (tra le prime 5 in MB dell’intero ranking di A/IBL2), e l’approccio non è favorevole per il rilievo riminese, che complice l’area dello strike piuttosto ristretta dell’arbitro di casa base (uguale per tutti), non è premiato dal suo lavoro sui fili e viene centrato da qualche valida di troppo; così con una base ball e tre valide concessi e anche un errore difensivo, il Sala vede accorciare le distanze sul 7 a 4.

 

Ma il Rimini non ci sta ad un vantaggio così ridotto e risponde subito con altri tre punti ristabilendo le distanze e rinfrancando Masotti: sia Baccelli che Celli battono valido e avanzano di una base su sacrificio di Galluzzi; il triplo di Babini svuota le basi per il 9 a 4. Anche Babini poi segna sull’ulteriore valida di Fabbri (2 su 2 per lui) per il 10° punto riminese. Masotti concede solo un paio di valide e chiude la settima ripresa dell’attacco emiliano con una battuta in diamante per un facile out in prima.

 

Le mazze romagnole a questo punto si raffreddano e non riescono ad ottenere più nulla; l’ottavo attacco del Sala invece riesce a produrre un punto grazie a due basi ball ed una valida, per il definitivo 10 a 5 per Rimini. La chiusura dell’incontro viene affidata dal Manager Heredia a Luca Di Raffaele, che risponde prontamente e porta a termine la sua 10^ ripresa da lanciatore riuscendo a far rimanere immacolato il suo PGL.

 

Da segnalare nel box di battuta: Lorenzo Fabbri con 2 su 2, Lorenzo Di Fabio 3 su 5, Pierangelo Cit 2 su 4 e Battista Babini 2 su 5.

 

Secondo incontro

Questa la formazione partente del Rimini IBL2 nel primo incontro:

54/ss DI FABIO; 62/2b PAPINI; 50/c CIT; 27/dh PANDOLFI S; 34/cf CELLI; 51/rf BABINI B; 10/3b BACCELLI; 30/1b BANNINI; 1/lf PELLEGRINI J; 32/p CHERUBINI

          

            Sequenza punteggio           R  H  E

Rimini Riviera 0 0 0 0 0 1 5 0 1 0 - 7 10 1

 Sala Baganza  0 1 1 2 0 1 1 1 0 1 - 8 19 1

La prestazione dei lanciatori:

Rimini Riviera       ip   h r er bb so wp bk hbp ibb ab  bf  fo go 

CHERUBINI          6.0 13 5 4   1   8   1    0     0    0   31  32   3  6

GASPERONI         0.0  2  1 0   0   0   0    0     0    0    3    3   0  0

BIONDI               L 3.1 4  2 2   7   2   0    0     0    4   13  20   4  3

Il Rimini come all’andata sembra soffrire di più il partente emiliano Fornasari, con la sua palla mossa, e non riesce a prendergli le misure fino al sesto, purtroppo non aiutato dal contrapposto Tommaso Cherubini che invece viene centrato subito dalle mazze salesi.

 

La prima ripresa è vinta “ai punti” dal Sala per due battute valide ad una, di Papini; al secondo inning il Rimini va a vuoto, mentre il Sala passa in vantaggio con un singolo ed un doppio.

  

Al terzo Bannini, al suo rientro dopo l’appendicite con relativo intervento, batteva subito valido ma rimaneva da solo sulle basi; il Sala invece raddoppiava grazie ad altri due singoli ed un lancio pazzo.

 

Il quarto inning vedeva Pandolfi battere un lungo doppio al centro, veniva raggiunto sulle basi da Babini per errore difensivo, ma poi si fermavano lì; il Sala invece si trovava particolarmente a suo agio con i lanci di Cherubini che concedeva altri due doppi ed un singolo che portava gli emiliani sul 4 a 0.

 

Dopo un quinto inning a zero, al sesto attacco i romagnoli riuscivano ad accorciare toccando maggiormente il partente emiliano: Cit spediva la pallina contro la rete in fondo al campo per un doppio, Mattia Pellegrini subentrato a Celli, batteva valido e Cit andava in terza; la non facile battuta in diamante di Babini induceva la difesa salese a scegliere l’eliminazione di Pellegrini in seconda consentendo la segnatura di Cit. Il Sala rispondeva subito e si portava sul momentaneo 5 a 1 grazie ad un singolo ed un doppio.

 

Al settimo il risveglio delle mazze romagnole portano ad un impensabile ribaltamento dell’incontro con un big inning da 5 punti: dopo il singolo di Baccelli e Bannini colpito, finiva la partita di Fornasari sostituito da Leoni; il rilievo era molto gradito dall’attacco riminese che lo accoglieva subito con un bunt valido di Enrico Galluzzi, e i quattro ball concessi a Di Fabio portavano il punto automatico di Baccelli. Il singolo a destra di Cit portava a casa altri due punti con Bannini e Galluzzi; Pandolfi lo copia e spedisce a casa Di Fabio, la battuta in diamante di Mattia Pellegrini consentiva a Cit di segnare il punto del sorpasso, 6 a 5 per Rimini.

Il Sala rispondeva subito sul rilievo riminese Davide Gasperoni che incappava in uno sfortunato errore per un doppio gioco che faceva arrivare un corridore in terza, a sua volta a punto su valida interna: a questo punto Heredia propende per la sostituzione con Alessandro Biondi che riusciva a chiudere senza ulteriori danni la ripresa sul risultato di parità 6 a 6.

 

All’ottavo il Rimini aveva una pausa chiudendo a zero, mentre il Sala puniva il non perfetto controllo di Biondi portandosi in vantaggio con una base ball e due singoli.

 

Al nono un sussulto riminese faceva sperare in un bis con Di Fabio che sparava una linea in mezzo esterni arrivando salvo in terza; la volata di sacrificio ad hoc di Papini consentiva il pareggio. Cit aveva la base gratuita ma sia Pandolfi che Pellegrini non riuscivano a portarlo avanti. Biondi e la difesa riescono a chiudere le riprese regolamentari in parità pur se con le basi piene.

 

Al primo supplementare il Sala presenta sul monte il mancino Silvestri altra bestia nera per i riminesi che infatti non riescono a concludere niente di buono; di contro il Sala approfitta della giornata non felice di Biondi che con l’aiuto di una scelta tattica, che a posteriori non ha premiato, si ritrova a basi piene con un out. L’ulteriore contestatissima base ball fa segnare l’automatico punto della vittoria del Sala.

 

Da segnalare nel box di battuta: Pierangelo Cit con 2 su 4, Simone Pandolfi 2 su 5 e Enrico Galluzzi 1 su 2.


HOME PAGE                              NEWS IBL2