22/25 - 08 - 2013 Ragazzi, Torneo di Collecchio


Partite                   Fotografie                  Conclusioni

 

 

 

 


Collecchio, il Torneo più importante, più faticoso e più difficile della stagione. Tredici squadre provenienti da mezza Italia si incontrano in una festa che dura quattro giorni. Prima giornata, gironcino a tre. Le prime due continuano, l’ultima giocherà per la classifica che va dal 9° al 13° posto.

Prima giornata - Gara 1

                                                   R  V  E

SALABAGANZA   204 000     6   3   4

Rimini Riviera        011 002     4   4   4

Esordio brutto per il Rimini Riviera contro il Salabaganza. In una partita conclusasi 6-4 a favore dei parmigiani, i Piratini mettono in campo, purtroppo, il loro difetto peggiore: giocare senza usare la testa.

Nella prima ripresa incassiamo due punti, uno dei quali frutto di errori difensivi e in generale di poca reattività, senza arrivare in base nel nostro turno d’attacco. Nella seconda ripresa il partente Pedrazzi riesce a tenere a bada le mazze avversarie, e in attacco Baldini batte un doppio che diventa triplo a seguito di un errore, e poi punto a seguito di un successivo lancio pazzo. Nella terza ripresa incassiamo quattro punti subendo un’unica valida, e per di più con il quarto punto che entra a seguito di un rilancio sbagliato del ricevitore che oltre a sfuggire al lanciatore viene addirittura ignorato da interbase e seconda base. Nella quarta e quinta ripresa nessuna marcatura da entrambe le parti, quindi nella sesta doppio colpo di coda dei nostri (viziato anche da due errori degli avversari), con valide di Pedrazzi e doppio di Panzetta, ma la rimonta ci vale solo un miglior score finale. Nonostante questo inizio decisamente al di sotto delle nostre potenzialità, non sono però mancate le note positive: anzitutto l’esordio in prima squadra di tre “piccoli” dei “Ragazzi B”. Matteo Giovanelli, Nicola Ridolfi e Emanuele Uberti non sono riusciti a giocare palle in difesa, ma in attacco hanno toccato, e pur non riuscendo ad arrivare in base hanno dimostrato quantomeno di non farsi intimorire da avversari decisamente più esperti di loro.

Da segnalare in attacco il 2/2 di Baldini con un doppio e un singolo.


Prima giornata - Gara 2

                                                   R  V  E

Rimini Riviera          200 0       2   1   5

TP FALCONS           220 2      6   3   1

In campo scendono due squadre molto diverse: la prima arrendevole in attacco e incapace di reagire con prontezza in difesa; la seconda determinata e sempre pronta a sfruttare le indecisioni avversarie. Noi siamo la prima squadra, e giustamente i Falcons vincono senza troppi patemi, anche se l’incontro resta aperto sino all’ultimo. La prima ripresa si conclude in parità con due punti segnati da entrambe le parti. Da segnalare che ne’ il Rimini, ne’ gli avversari battono valido. Nella seconda ripresa i Falcons si avvantaggiano di ulteriori due punti, mentre per i nostri c’è un out al volo, un K e un’eliminazione in prima. La terza ripresa non vede marcature, anche se abbiamo rischiato parecchio con Pedrazzi sul monte che, al settimo inning giornaliero, stanchissimo lascia la palla a Cianci con le basi piene. Enrico poi chiude con due K e un out a casa base con gioco obbligato, e per lui altri tre K nella ripresa successiva. Nell’ultima ripresa la nostra difesa perde completamente la testa e infila ben quattro errori permettendo ai Falcons di allungare ulteriormente per il definitivo 2-6. Per i nostri ragazzi ancora una partita giocata male. A parziale discolpa il calendario ostico, che ci ha visti in campo alle 20.00 dopo la levataccia delle 6.00 del primo incontro (iniziato alle 8.00)

Siamo fuori dal girone “Olimpico” e approdiamo a quello cosiddetto “infernale”, valido per la classifica 9°- 13° posto, ma soprattutto caratterizzato da un calendario decisamente faticoso da sostenere.


Seconda giornata - Gara 3

                                                            R  V  E

ATHLETICS Bologna   010 004      5   3   1

Rimini Riviera                202 001      5   1   1

La partita si conclude con un pareggio. Non è un gran incontro, con i nostri che sfilano numerosi nel box di battuta, ma senza concludere gran chè una volta in base, dove ci si arriva regolarmente per base ball. Nella prima parte dell’incontro la differenza la fanno i nostri lanciatori (Panzetta e Cianci) che concedono ai bolognesi poche briciole e un unico punto mentre i nostri giungono a casa base quattro volte, sempre “spinti” dalle basi ball e dai lanci pazzi. Nell’ultima ripresa è la volta di Cianci, che comincia a lanciare segni di stanchezza, a lasciare la palla a Pedrazzi a giochi iniziati e un uomo in base. Davide non è molto fortunato: concede un‘unica valida, ma anche grazie ad un errore alla fine gli Athletics riescono a segnare 4 insperati punti che gli valgono il pareggio.

Per il manager Cristian Giovanelli e il Coach Dodo Uberti è giunto il momento di abbandonare ogni velleità di classifica e di cominciare a pensare “al futuro”: d’ora in poi ci sarà tanto spazio per i “nuovi entrati” e i ragazzi, che sinora hanno dimostrato di sentire eccessivamente le partite, dovranno giocare senza preoccuparsi più di tanto del risultato finale, cercando unicamente di giocare BENE.


Seconda giornata - Gara 4

                                                R  V  E

CONEGLIANO    040 04      8   3   1

Rimini Riviera      131 11      7   5   5

Quasi riesce l’esperimento della “nuova” squadra, con Giovanelli, Nicola Ridolfi e Uberti in prima linea sin da inizio partita. Il Rimini Riviera è in vantaggio sino al quarto, poi l’ennesimo quarto d’ora di follia dei nostri permette la rimonta dell’avversario. La partita inizia con un punticino per noi e con Mariani sul monte che sfodera la sua migliore “ricky-ball” che imbriglia le golose mazze avversarie e per lui sono tre K consecutivi. Nella ripresa successiva il Conegliano prende le misure a Riccardo e gela i nostri con 4 punti frutto di due valide e un errore. Il Rimini risponde con tre punti grazie alla valida di Francesco Ridolfi, alle basi ball di Uberti e Nicola Ridolfi che cominciano a leggere le palle del lanciatore avversario, poi alla valida (bravo!) di Giovanelli e di Fabbri. Nelle due riprese successive il Rimini mette a segno altri due punticini con Mariani e il rilievo Pedrazzi ben aiutati dalla difesa che lasciano a zero il Conegliano. Al proposito segnaliamo un bellissimo out al volo di Giovanelli, che dalla posizione di Esterno Centro corre rapidissimo alla sua sinistra e blocca una volata che se lo avesse scavalcato sarebbe valso un triplo. Alla quinta ripresa di nuovo la nostra difesa sfodera due incredibili errori difensivi che uniti ad una valida concessa permettono agli avversari di raggiungerci e sopravanzarci di 2 punti. Nel nostro ultimo attacco “perdiamo” un uomo colto rubando con la base successiva occupata (!) e segnamo un unico punto che però non ci basta.

Da segnalare l’ottima prova dei tre ragazzi del 2004 che “ci sono”, con menzione particolare a Matteo Giovanelli con una valida e il difficile out difensivo. Nel box di battuta importante contributo di Fabbri con un doppio e un singolo.


Terza giornata - Gara 5

                                                        R  V  E

Rimini Riviera              240 44     14   6  0

MASSA CARRARA    200 0x       2   1  0

Finalmente una vittoria per il Rimini Riviera. L’incontro resta aperto solo per un inning, poi continui allunghi del Rimini senza reazioni del Massa. La prima ripresa si conclude 2- 2. In attacco un gran triplo di Cianci e qualche base ball ci portano al momentaneo vantaggio, quindi pareggio con Panzetta sul monte che dopo un doppio iniziale e una base ball viene ben aiutato dalla difesa con due eliminazioni. Prima che arrivi il terzo out (strike out), però, grazie a qualche lancio pazzo i corridori in base riescono a giungere a casa. Seconda ripresa e segnamo 4 punti con tre valide, fra cui un doppio di Fabbri. Nessuna marcatura nella terza ripresa, con un nostro doppio gioco difensivo, e un’altra grande eliminazione al volo effettuata dal piccolo Giovanelli, che comincia a rivelarsi una piacevole conferma nel ruolo di esterno centro. Nel quarto inning segnamo altri 4 punti grazie a due doppi, il primo ancora di Cianci, il secondo di Frisoni. Il “quattro” si ripete anche al quinto, ma questa volta grazie alle numerose basi ball del lanciatore avversario.

Da segnalare nel box il 3/3 di Cianci, con un triplo e un doppio.


Terza giornata - Gara 6

                                                R  V  E

Rimini Riviera     000 004     4   2  2

GROSSETO        022 100     5   6  2

Altra amara sconfitta per il Rimini contro il Grosseto. Un attacco inconsistente e una difesa che pur non sbagliando tanto gioca tutto l’incontro sostanzialmente immobile (se neanche ci provi, sicuramente non si commettono errori) portano ad una fila di 0 sul nostro tabellino e continui punticini in quello avversario. A fine quinto sta 5-0 e a vittoria matematica il Grosseto molla l’osso concedendoci un 4 finale che dimostra solo che impegnandosi un po’ di più ce l’avremmo potuta fare.

Da segnalare la prova strepitosa, come l’hanno definita Cristian Giovanelli e Dodo Uberti, del nostro lanciatore Pedrazzi, che nonostante abbia subito ad inizio partita il primo fuoricampo della "carriera" non solo si riprende subito e si fa carico dell’intera partita (chiusura formale per Cianci, visto l'obbligo per regolamento di disputare anche la parte bassa del 6° con l'arbitro che, in accordo con i Manager, chiama strike ogni lancio a prescindere al fine di evitare di far inzuppare di pioggia i ragazzi), ma lancia la sua miglior partita di sempre, e questo nonostante una brutta ferita alla gamba dovuta ad un inciampone in una tribuna durante la giornata, vesciche e lividi un po' dappertutto. Per lui, sostituito al sesto da Crescentini dopo essere giunto in base su ball, gli applausi di tutta la squadra e del pubblico presente, anche di parte avversaria.


Quarta giornata - Gara 7

                                                           R  V  E

Rimini Riviera                000 100     1   7   4

MASSA CARRARA      000 20x     2   2   0

Ritroviamo il Massa Carrara per la “finale” 12°-13° posto. Questa volta vincono loro, o meglio, perdiamo noi. E’ la volta di Cianci a stare sul monte per l’intera partita, e anche lui finalmente lancia alla grande come non faceva da tempo. La partita è molto tirata, e la differenza la fa ancora una volta la testa, con tanti nostri errori difensivi che ci costano l’incontro. Enrico concede le briciole e il nostro attacco funziona (7 valide), ma gli errori che in difesa arrivano sempre puntuali nei momenti decisivi permettono al Massa di segnare due punti, mentre il nostro attacco, anche grazie alla batteria avversaria che non perde una palla, termina tutte le riprese sempre con diversi uomini in base e riesce a segnarne un solo.

Nel box di battuta buona prova di Frisoni e Baldini, entrambi 2/3


Partite                   Fotografie                  Conclusioni


HOME PAGE                              NEWS RAGAZZI