...:.   Speciale Tornei Città di Rimini 2014   .;...

...:.   1° Torneo MINIBASEBALL  .;...



I TORNEO "CITTA' DI RIMINI"

Categoria Minibaseball

Rimini 12-13 Luglio 2014

REGOLAMENTO

 

scarica il PDF

 

1 - MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

1.1 L'A.S.D. JUNIOR RIMINI BASEBALL SOFTBALL organizza il I “Torneo Città di Rimini” - riservato alla Categoria Minibaseball al quale potranno partecipare le Società invitate dal Comitato Organizzatore.

E’compresa nella quota di partecipazione al Torneo un “rinfresco” a base di frutta fresca e torte che sarà servito la Domenica durante la “pausa pranzo”. Le partite saranno disputate presso il campo "Piratini" annesso allo stadio del Baseball di Rimini in via Monaco, 2.

1.2 Tutti gli atleti partecipanti dovranno essere regolarmente tesserati alla F.I.B.S. e nati negli anni 2005-2006-2007

1.3 Ogni Società partecipante dovrà essere in grado di esibire su semplice richiesta del Comitato Organizzatore, per ogni ragazzo, copia di un documento di riconoscimento.

1.4 Ogni Società, salvo preventiva autorizzazione del C.O., potrà partecipare con non più di tredici ragazzi e l'elenco degli stessi, possibilmente con relativo numero di casacca, dovrà essere consegnato al Comitato Organizzatore prima dell'inizio della manifestazione. Ogni squadra potrà far accedere al campo di gioco massimo 4 adulti (Pitch Coach, 2 suggeritori, 1 Dirigente accompagnatore) più un fotografo. Non è richiesta particolare qualifica per prendere posto nei box del suggeritore, e l’utilizzo del caschetto di protezione è facoltativo (per gli adulti). Il  Pitch Coach dovrà essere in divisa, per i Suggeritori la stessa è gradita, ma non indispensabile. In ogni caso l’abbigliamento dovrà essere consono all’evento.

1.5 L'elenco degli atleti ed i numeri di casacca, ove presenti, non potranno subire variazioni per tutta la durata del torneo.

1.6 E’ consentita la partecipazione di squadre composte da giocatori provenienti da più società previa comunicazione al C.O..

1.7 Ogni partecipazione di ragazzi fuori quota (non nati negli anni suindicati) deve essere approvata dal C.O.

1.8 Gli incontri saranno disputati con la classica attrezzatura da minibaseball (tipo “Pallandia) su un diamante appositamente ridimensionato. Verranno adottate, in linea di massima, le regole Esordienti (Pitch Coach), ma ulteriormente semplificate. Nello specifico:

a) La regola dell’In field fly non sarà applicata.

b) I difensori possono essere schierati in campo senza vincoli di posizione funzione dell’età.

c) Non è possibile rubare; i corridori possono lasciare la propria base solo in caso di palla messa in gioco dal battitore.

d) Il bunt non è ammesso.

e) Il Pitch Coach lancia “da sotto” da una distanza di 6 metri. Non è prevista la base ball, ne’ lo strike out: il battitore deve battere. Se un battitore viene colpito, il lancio è nullo.

f) Il ricevitore raccoglie i lanci in posizione eretta e dopo un rmbalzo. Non sono obbligatorie le classiche protezioni da Ricevitore, ma deve indossare un normale caschetto da battitore.

g) Se in una qualunque azione di gioco la palla tocca il Pitch Coach la palla è morta e l’azione fermata. Le eventuali basi guadagnate PRIMA che la palla diventi morta sono acquisite. Per tutte le norme non previste dal presente Regolamento si fa riferimento a quello federale ed alla C.A.A.F.

h) le eliminazioni dei corridori rispettano le regole del baseball: corsa obbligata, il difensore in possesso della palla deve toccare la base di arrivo o il corridore; corsa non obbligata, il difensore in possesso della palla deve toccare il corridore.

2 - CALENDARIO, TABELLONE E DETERMINAZIONE DELLE CLASSIFICHE

2.1 GIRONE DI QUALIFICAZIONE

Le tre squadre partecipanti s'incontreranno tra di loro in un girone con partite di andata e ritorno

In ogni partita verranno assegnati 2 punti alla squadra vincente, 1 punto ad entrambe in caso di parità e 0 punti alla perdente.

In caso di parità di punteggio fra due o più squadre per determinare la classifica del girone si procederà come segue: A) Scontro diretto; B) Miglior differenza punti; C) Minor numero di punti subiti; D) Maggior numero di punti segnati; E) Sorteggio.

Nei suddetti casi C) e D) i punti saranno rapportati alle riprese disputate.

2.2 Le partite di qualificazione saranno così denominate: gare da G1 a G6, così come indicato sul Calendario.

Le squadre in ordine alla classifica finale del girone di qualificazione assumeranno rispettivamente la seguente denominazione: squadre 1G – 2G – 3G

2.3 FINALI

Al termine del girone di qualificazione si svolgerà una prima finale 2G-3G (denominata F7). La squadra perdente sarà la terza classificata del torneo. La squadra vincente giocherà la finale definitiva per il 1° e 2° posto contro la squadra 1G

In caso di parità di punteggio nell’incontro di finale F7 per determinare la squadra vincente si procederà come segue: A) Maggior numero di corridori lasciati in terza base; B) Maggior numero di corridori lasciati in seconda base; C) Maggior numero di corridori lasciati in prima base; D) Sorteggio.                                                                                

Nella partita valevole per l'assegnazione del primo e secondo posto in caso di parità, dopo sei innings completi oppure al termine dei rispettivi limiti di tempo, sarà applicata la regola del tie-break.

2.4 Tie-break. Sarà applicato nella finale per il primo e secondo posto, in caso di parità, dopo sei innings completi oppure al termine dei rispettivi limiti di tempo. Nel primo inning supplementare la squadra in attacco inizierà a giocare con un corridore di cortesia in seconda base e zero out. Nell’eventuale secondo inning supplementare la squadra in attacco inizierà a giocare con un corridore di cortesia in terza base e zero out. In caso di parità dopo due innings supplementari la squadra vincente sarà determinata con i criteri di cui al punto 2.4.

3 - SVOLGIMENTO DELLE GARE

3.1 Le partite del Girone di andata e le Finali si disputeranno in sei innings con limite di tempo di un'ora. Dopo cinquanta minuti non si inizia un nuovo inning. La ripresa in corso allo scadere del limite di tempo sarà completata.

3.2 Le partite del Girone di ritorno si disputeranno in sei innings con limite di tempo di quarantacinque minuti. Dopo trentacinque minuti non si inizia un nuovo inning. La ripresa in corso allo scadere del limite di tempo sarà completata.

3.3 Ogni mezzo inning avrà termine quando la squadra in difesa avrà completato la terza eliminazione o la squadra in attacco avrà segnato il quarto punto.

3.4 In tutte le gare del torneo la squadra di casa che si dovesse trovare in vantaggio dopo 5 innings e mezzo o al termine dei cinquanta minuti non deve terminare il proprio attacco. Non è prevista la sospensione dell’incontro per vittoria matematica.

3.6 La squadra che non si presenterà sul terreno di gioco entro 15 minuti dall'orario ufficiale della gara, sarà considerata perdente con il punteggio di 6-0.

3.7 In caso di sospensione per pioggia o qualsivoglia altro evento fortuito la partita sarà considerata ufficialmente valida se saranno stati giocati almeno 3 innings completi o 2 e mezzo, se ad essere in vantaggio sarà la squadra di casa, oppure almeno 30’ di gioco effettivo. Ogni decisione in merito alle gare sospese sarà comunque presa dal C.O. e sarà insindacabile.

3.8 Il tempo d’ogni incontro va preso al momento in cui la squadra in difesa completa la terza eliminazione oppure la squadra in attacco segna il quarto punto. Se nel completarsi delle citate azioni il limite di tempo previsto per iniziare il nuovo inning non è ancora scaduto, l'inning successivo dovrà comunque iniziare.

4 - REGOLE PER I GIOCATORI

4.1 Le squadre possono essere composte anche da 8 giocatori

4.2 In ogni incontro e per ogni squadra l’intero gruppo di giocatori presentati nel roster farà parte del line up, e tutti i giocatori presenti nel roster dovranno disputare almeno una ripresa in difesa.

4.3 Visto il campo esterno di dimensioni “Ragazzi”, in caso di battuta extrabase il battitore-corridore potrà massimo giungere in terza, a prescindere che la difesa commetta o meno “errori”: il fuoricampo interno non è contemplato.

5 - ARBITRI - GIUDICI DI GARA

5.1 Gli incontri saranno arbitrati da incaricati delle squadre in campo. Essi si alterneranno ogni mezza ripresa e arbitreranno quando la propria squadra sarà in difesa.

 6 - RESPONSABILITA'

Il Comitato Organizzatore declina ogni responsabilità derivante da eventuali incidenti che avvenissero prima, durante e dopo lo svolgimento del torneo. Sarà quindi a cura della rispettive squadre l'onere di dotare ogni singolo giocatore della necessaria copertura assicurativa.

7 - ACCETTAZIONE

Copia del presente Regolamento è stata letta, approvata ed accettata dalle squadre partecipanti e la si restituisce per presa conoscenza.

 

IL COMITATO ORGANIZZATORE