La Pretelli Rimini Riviera categoria RAGAZZI è Campione d'Italia 2011

Qui è possibile ripercorrere tutte le fasi finali di questo straordinario successo

                                    11 - 09 - 2011   Playoff, primo turno
  25 - 09 - 2011   Play-Off, semifinali
  05 - 10 - 2011

  (vigilia Final Four) Forza Piratini!

  08 - 10 - 2011

  La Final Four (prima giornata)

  09 - 10 - 2011

  La Final Four - CAMPIONI D'ITALIA!         

  10 - 10 - 2011

  Play by Play - la prima partita

  10 - 10 - 2011

  Play by Play - la seconda partita

  10 - 10 - 2011

  Play by Play - la terza partita

  11 - 10 - 2011

  La Società: "E' gioia per lo scudetto"

  11 - 10 - 2011

  La soddisfazione di Antonio di Di Fabio

  19 - 10 - 2011

  Le foto più belle


10 - 10 - 2011 La cronaca della Final Four play-by-play

AREZZO, SABATO 8 OTTOBRE ORE 16,15

Mentre Nettuno ha sconfitto Torino per 9 a 0, la sconfitta con il Parma al nono inning crea non pochi problemi al Rimini, che deve affrontare il Nettuno in svantaggio nella classifica e avendo già utilizzato tre Lanciatori di ruolo. La partita inizia con molto ritardo causa il protrarsi della gara precedente (ben 9 inning) e, per tutti, l’ordine di Di Fabio è di non mollare per nessun motivo!

 

NETTUNO – RIMINI 4 - 5

RIMINI        004 001 – BATTUTE VALIDE 6 - ERRORI 2

NETTUNO  022 000 – BATTUTE VALIDE 6 - ERRORI 0

Prestazione Lanciatori

RUGGERI (iniziale) RL 3 – R 4 – ER 2 - H 3 – bb 4 - K 2

CIANCI (vincente) RL 3 – R 0 H 3 – BB 2 – K 1

 

Mentre il Rimini rimedia 6 K nei primi 2 inning, Nettuno approfitta della prima carenza di controllo da parte di Ruggeri: con 2 OUT, le 2 basi ball consecutive concesse al 6 e 7 del line-up si trasformano in altrettanti punti grazie agli avanzamenti su una palla mancata e una volata a destra che rimbalza malamente, scavalca Solaroli e diventa un triplo; l’inning si chiude con la battuta su Ruggeri che ha tutto il tempo di completare l’eliminazione in prima (0-2)

 

Al terzo inning il Rimini riparte con il leadoff Zoffoli che viene colpito e guadagna la prima base, avanza in seconda sul singolo al centro di Perazzini e si porta in terza grazie alla base ball concessa a Zucconi; la battuta di Baggio viene raccolta dal Lanciatore del Nettuno che, dopo un’indecisione sul da farsi, sceglie di eliminare Zoffoli lanciato verso casa base. Ma non ha fatto i conti con la velocità di Michele, che arriva salvo in scivolata per il primo punto. Il secondo punto arriva sul pronto batti e corri di Quercioli. Mentre Ruggeri guadagna pazientemente la base-ball, Gabrielli guarda però il terzo stike ed è il secondo eliminato. Con le basi cariche, Severi al terzo lancio viene colpito facendo entrare il terzo punto per i Piratini e riempie nuovamente le basi. E’ Solaroli, con un battuta che sembra un faul-ball, ma che in realtà rimbalza sul piatto e torna in campo per la tardiva presa del lanciatore, che sbaglia poi l’assistenza in prima base, a spingere a caso il quarto punto che stoppa l’attacco del Rimini per la regola dei 4 punti (4-2).

Anche Nettuno riparte dal primo uomo del line-up, che riceve la base ball e si porta in seconda sulla valida a destra del secondo battitore, ed in terza sulla volata al centro del terzo in battuta che frutta, però, anche la prima eliminazione ad opera di Zucconi. Il bomber del Nettuno tocca nuovamente Ruggeri con una radente che scavalca la terza base e che vale il terzo punto, poi avanza in seconda sulla coraggiosa assistenza 7-5, e vola in terza sulla rimbalzante in diamante che frutta la seconda eliminazione ma produce il punto del pareggio per il Nettuno. Con 2 eliminati e il punto del sorpasso pronto in terza base, Ruggeri concede la sua quarta base ball. Ma sul segnale di doppia rubata il corridore in terza viene prontamente “pescato” fuori base ed eliminato con la doppia assistenza Baggio-Quercioli-Gabrielli (4-4).

 

Il quarto inning impone il cambio dei lanciatori. Zoffoli, Perazzini e Baggio battono debolmente in diamante e il Nettuno ottiene tre rapide eliminazioni su altrettante precise assistenze. Al cambio, il Manager Di Fabio affida la Kenko a Enrico Cianci, 9 anni ancora acerbi, chiamato dalla seconda squadra a dare man forte ai compagni, che si trova con la responsabilità di partente e del closer allo stesso tempo! E, beata incoscienza, da vero pitcher si comporta, mettendo subito in difficoltà i quotati giocatori di Nettuno con lanci molto precisi. Inizia con un K sul settimo battitore, mentre l’ottavo viene eliminato su una volata all’esterno centro dal solito Zucconi. Con due eliminati, il nono uomo tocca una rimbalzante a sinistra, mentre il primo del line-up si trova in prima solo perché la palla esce dal guanto di Severi al momento dell’assistenza. La battuta successiva è facile preda di Quercioli, che dall’interbase decide per la terza eliminazione sul corridore con l’assistenza di Gabrielli in terza (4-4).

 

Il quinto inning inizia con il profondo doppio a destra di Baggio, ma Quercioli batte debolmente sul lanciatore mentre Ruggeri e Gabrielli restano al piatto. Anche il Nettuno si presenta con un singolo al centro, ma il corridore viene eliminato dall’asse Gabrielli-Severi sulla rimbalzante del compagno di squadra. Il secondo out arriva sulla battuta a destra presa al volo da Solaroli. La successiva base ball porta un uomo del Nettuno in posizione punto del potenziale vantaggio, ma sul pop che segue è Cianci che elimina il battitore senza nessuna esitazione (4-4).

 

Al sesto, con già due eliminati (6-3 e K), Zoffoli picchia un doppio in profondità al centro, poi corre velocissimo in terza su lancio pazzo. Perazzini, con un singolo a sinistra, lo porta a casa per il punto del provvisorio vantaggio, ma viene eliminato in seconda sulla successiva battuta di Zucconi per il terzo out (5-4).

Per il Rimini torna in pedana Cianci e si produce subito in una eliminazione fotocopia dell’ultima (pop su di lui), mentre il n° 9 in battuta viene eliminato con la precisa assistenza Gabrielli-Perazzini. Il leadoff sarebbe già il terzo facile out, ma si ritrova in base grazie ad un errore di tiro di Severi, poi va in seconda sulla successiva battuta al centro del compagno di squadra. Poco male, perché dopo una base ball, viene eliminato da Gabrielli prima che raggiunga il cuscino di terza, sulla rimbalzante in diamante del bomber del Nettuno, per il risultato finale di 5-4 per il Rimini che torna così in corsa per lo scudetto.